La perdita impermanente spiegata
HomeArticoli

La perdita impermanente spiegata

Intermedio
6d ago
6m

TL;DR

Se hai già partecipato alla DeFi in qualche modo, quasi sicuramente hai sentito questo termine. La perdita impermanente avviene quando il prezzo dei tuoi token cambia rispetto al momento in cui li hai depositati nella pool. Maggiore la variazione, più grande la perdita. 

Aspetta, quindi posso perdere soldi fornendo liquidità? E perché la perdita è impermanente? Beh, deriva da una caratteristica intrinseca in un tipo particolare di mercato chiamato market maker automatizzato. Fornire liquidità a una pool può essere un'attività redditizia, ma dovrai tenere in considerazione il concetto di perdita impermanente.


Introduzione

I protocolli DeFi come UniswapSushiSwapPancakeSwap hanno assistito a un'esplosione di volume e liquidità. Questi protocolli di liquidità consentono a praticamente chiunque possieda fondi di diventare un market maker e guadagnare commissioni di trading. La democratizzazione del market making ha consentito un sacco di attività economica senza attriti nel settore crypto.

Quindi, cosa c'è da sapere per fornire liquidità a queste piattaforme? In questo articolo, parleremo di uno dei concetti più importanti – la perdita impermanente.


Cos'è la perdita impermanente?

La perdita impermanente si verifica quando fornisci liquidità a una pool di liquidità, e il prezzo degli asset da te forniti cambia rispetto al momento in cui li hai depositati. Più grande è questo cambiamento, più sei esposto alla perdita impermanente. In questo caso, la perdita significa meno valore in dollari al prelievo rispetto al valore al momento del deposito.

Le pool contenenti asset che rimangono in un range di prezzo relativamente stretto saranno meno esposte alla perdita impermanente. Le stablecoin o versioni wrapped differenti di una moneta, per esempio, rimarranno in un range di prezzo relativamente limitato. In questo caso, c'è un rischio ben inferiore di perdita impermanente per i fornitori di liquidità (LP).

Quindi, perché i fornitori di liquidità continuano a fornirne se sono esposti a questo rischio? Beh, la perdita impermanente può essere controbilanciata dalle commissioni di trading. Infatti, anche le pool su Uniswap piuttosto esposte alla perdite impermanente possono rivelarsi remunerative grazie alle commissioni di trading. 

Uniswap applica una commissione dello 0,3% su ogni operazione, costo che va direttamente ai fornitori di liquidità. Se una data pool presenta un volume di trading elevato, può essere redditizio fornirvi liquidità anche se la pool è pesantemente esposta alla perdita impermanente. Questo, tuttavia, dipende dal protocollo, dalla pool specifica, dagli asset depositati e persino dalle condizioni del mercato generale.


Come avviene la perdita impermanente?

Osserviamo un esempio di come la perdita impermanente potrebbe apparire per un fornitore di liquidità.

Alice deposita 1 ETH e 100 DAI in una pool di liquidità. In questo particolare market maker automatizzato (AMM), la coppia di token depositati deve avere un valore equivalente. Ciò significa che il prezzo di ETH è 100 DAI al momento del deposito. Inoltre, il valore in dollari del deposito di Alice equivale a 200 USD al deposito.

Nella pool troviamo un totale di 10 ETH e 1.000 DAI – forniti da altri LP proprio come Alice. Quindi, Alice ha una quota del 10% sulla pool, e la liquidità totale è 10.000.

Supponiamo che il prezzo di ETH salga a 400 DAI. Mentre questo avviene, i trader che sfruttano l'opportunità di arbitraggio aggiungeranno DAI alla pool e ne rimuoveranno ETH finché il rapporto riflette il prezzo corrente. Ricorda, gli AMM non hanno order book. Ciò che determina il prezzo degli asset nella pool è il rapporto tra i due nella pool. Mentre la liquidità rimane costante (10.000), il rapporto tra gli asset al suo interno cambia.

Se ETH ora vale 400 DAI, il rapporto tra la quantità di ETH e di DAI nella pool è cambiato. Ora ci sono 5 ETH e 2.000 DAI nella pool, grazie all'arbitraggio dei trader.

Quindi, Alice decide di prelevare i suoi fondi. Come abbiamo menzionato prima, ha diritto a una quota del 10% sulla pool. Di conseguenza, può prelevare 0,5 ETH e 200 DAI, per un totale di 400 USD. Ha realizzato dei profitti considerevoli dato che il suo deposito di token valeva 200 USD, giusto? Ma cosa sarebbe successo se avesse semplicemente conservato i suoi 1 ETH e 100 DAI? Il valore in dollari combinato di questi asset sarebbe ora pari a 500 USD.

Possiamo vedere che Alice avrebbe fatto meglio a HODLare invece di depositare in una pool di liquidità. Questo è ciò che chiamiamo perdita impermanente. In questo caso, la perdita impermanente di Alice non è così grave in quanto il deposito iniziale era una somma relativamente piccola. Ricorda, però, che la perdita impermanente può portare a grandi perdite (inclusa una porzione significativa del deposito iniziale).

Detto questo, l'esempio di Alice ignora completamente le commissioni di trading che avrebbe guadagnato per aver fornito liquidità. In molti casi, le commissioni ottenute consentono di recuperare le perdite e rendono redditizia la fornitura di liquidità. Ad ogni modo, è fondamentale comprendere il concetto di perdita impermanente prima di fornire liquidità a un protocollo DeFi.


Stima della perdita impermanente

Quindi, la perdita impermanente avviene quando il prezzo degli asset nella pool varia. Ma a quanto corrisponde esattamente? Possiamo tracciarlo su un grafico. Ricorda che non considera le commissioni guadagnate per la liquidità fornita.

Grafico perdita impermanente


Ecco una sintesi di quello che il grafico ci dice sulle perdite rispetto all'HODL:

  • variazione di prezzo di 1,25x = perdita dello 0,6%
  • variazione di prezzo di 1,50x = perdita del 2,0%
  • variazione di prezzo di 1,75x = perdita del 3,8%
  • variazione di prezzo di 2x = perdita del 5,7%
  • variazione di prezzo di 3x = perdita del 13,4%
  • variazione di prezzo di 4x = perdita del 20,0%
  • variazione di prezzo di 5x = perdita del 25,5%

C'è un altro fattore importante da tenere a mente. La perdita impermanente avviene a prescindere dalla direzione delle variazioni di prezzo. L'unica cosa che interessa la perdita impermanente è il rapporto del prezzo relativo al momento del deposito. Se vuoi leggere una spiegazione avanzata su questo argomento, dai un'occhiata all'articolo di pintail.


I rischi associati al fornire liquidità a un AMM

A dire il vero, perdita impermanente non è un nome ideale. Si chiama perdita impermanente perché le perdite si realizzano solo quando prelevi le tue monete dalla pool di liquidità. A quel punto, la perdita diventa decisamente permanente. Le commissioni che guadagni potrebbero riuscire a compensare queste perdite, ma rimane un nome leggermente fuorviante.

Fai molta attenzione quando depositi fondi in un AMM. Come abbiamo accennato, alcune pool di liquidità sono molto più esposte di altre alla perdita impermanente. In linea di massima, più sono volatili gli asset nella pool, maggiori le probabilità di essere esposto alla perdita impermanente. Inoltre, potrebbe essere una mossa migliore iniziare a depositare un piccolo importo. In questo modo, puoi ottenere una stima approssimativa dei rendimenti che puoi aspettarti prima di impegnare una quantità più significativa. 

Un'ultima considerazione, utilizza gli AMM più comprovati e testati. La DeFi rende piuttosto facile forkare un AMM esistente e aggiungere delle piccole modifiche. Questo, però, potrebbe esporti a dei bug, bloccando potenzialmente i tuoi fondi nell'AMM per sempre. Se una pool di liquidità promette rendimenti insolitamente alti, forse c'è un compromesso da qualche parte, e anche i rischi associati sono probabilmente più elevati.


➟ Vuoi iniziare con le criptovalute? Compra Bitcoin (BTC) su Binance!


In chiusura

La perdita impermanente è uno dei concetti fondamentali che chiunque voglia fornire liquidità agli AMM dovrebbe comprendere. In breve, se il prezzo degli asset depositati cambia dal momento del deposito, il fornitore di liquidità potrebbe essere esposto alla perdita impermanente.

Hai altre domande sulla perdita impermanente o sullo slippage? Scopri la nostra piattaforma Q&A, Ask Academy, dove la comunità di Binance risponderà alle tue domande.