Cos'è lo yield farming nella Finanza Decentralizzata (DeFi)?
HomeArticoli

Cos'è lo yield farming nella Finanza Decentralizzata (DeFi)?

Intermedio
38m ago
13m

SINTESI

Lo yield farming è un modo per guadagnare crypto usando le tue crypto. In pratica presti i tuoi fondi ad altri attraverso la magia di programmi informatici conosciuti come smart contract. Come ricompensa per il tuo servizio, ricevi commissioni sotto forma di crypto. Piuttosto semplice, no? Beh, non esattamente.

Gli yield farmer usano strategie molto complicate. Spostano le proprie crypto in continuazione tra diverse piattaforme di prestiti per massimizzare i rendimenti. Inoltre, terranno segrete le strategie di yield farming più valide. Perché? Più persone conoscono una strategia, meno questa diventa efficace. Lo yield farming è il selvaggio west della Finanza Decentralizzata (DeFi), in cui i farmer competono per l'opportunità di ottenere i raccolti migliori.

Interessato? Continua a leggere per saperne di più.

Introduzione

Il movimento della Finanza Decentralizzata (DeFi) è stato in prima linea dell'innovazione nel settore blockchain. Cosa rende uniche le applicazioni della DeFi? Sono permissionless, quindi chiunque (o qualsiasi cosa, come uno smart contract) con una connessione a internet e un wallet supportato può interagirvi. Inoltre, solitamente non richiedono fiducia in alcun depositario o intermediario. In altre parole, sono trustless. Dunque, quali sono i nuovi casi d'uso resi possibili da queste proprietà?

Uno dei nuovi concetti emersi da questo ambito è lo yield farming. Si tratta di un nuovo metodo per guadagnare ricompense usando fondi in criptovalute attraverso protocolli di liquidità permissionless. Consente a chiunque di generare reddito passivo usando l'ecosistema decentralizzato dei “money lego” costruito su Ethereum. Per questo motivo, in futuro lo yield farming potrebbe cambiare il modo in cui gli investitori fanno HODL. Perché lasciare inattivi i tuoi asset quando puoi metterli al lavoro? 

Quindi, come fa uno yield farmer a ottenere il suo raccolto? Che tipo di rendimenti può aspettarsi? E dove si può iniziare per diventare uno yield farmer? Spiegheremo tutto questo nell'articolo.


Cos'è lo yield farming?

Lo yield farming, conosciuto anche come liquidity mining, è un modo per guadagnare utilizzando fondi in criptovalute. In poche parole, significa bloccare criptovalute per ricevere ricompense.

Da un certo punto di vista, lo yield farming può essere paragonato allo staking. Tuttavia, sullo sfondo c'è molta più complessità. In molti casi, coinvolge utenti chiamati liquidity provider (LP), o fornitori di liquidità, che aggiungono fondi a pool di liquidità.

Cos'è una pool di liquidità? Sostanzialmente è uno smart contract che contiene fondi. In cambio della liquidità fornita alla pool, i LP ricevono una ricompensa, che può essere composta da commissioni generate dalla piattaforma DeFi sottostante o proveniente da altre fonti.

Alcune pool di liquidità distribuiscono le ricompense in diversi token, che possono essere depositati in altre liquidity pool per guadagnare anche da lì, e così via. Puoi già immaginare come possono emergere rapidamente delle strategie incredibilmente complesse. Comunque, l'idea di base è che un liquidity provider deposita fondi in una pool di liquidità e riceve in cambio delle ricompense.

Lo yield farming avviene solitamente su Ethereum con token ERC-20, e anche le ricompense sono in genere un tipo di token ERC-20. Tuttavia, questo potrebbe cambiare in futuro. Perché? Al momento, gran parte delle attività di questo tipo si trova nell'ecosistema di Ethereum. 

Tuttavia, in futuro i ponti cross-chain e altri progressi simili potrebbero consentire alle applicazioni DeFi di diventare indipendenti da una particolare blockchain. Questo significa che potrebbero essere eseguite su altre blockchain che supportano funzionalità di smart contract.

Di solito, gli yield farmer spostano spesso i propri fondi da un protocollo all'altro in cerca di alti rendimenti. Di conseguenza, le piattaforme DeFi potrebbero fornire anche altri incentivi economici per attirare più capitale. Come per gli exchange centralizzati, la liquidità tende ad attirare più liquidità.


Cosa ha scatenato il boom dello yield farming?

Il forte e improvviso interesse nei confronti dello yield farming può essere attribuito al lancio di COMP – il token di governance dell'ecosistema Compound Finance. I token di questo tipo conferiscono diritti di governance ai possessori. Ma come distribuire questi token per rendere il network il più decentralizzato possibile?

Un modo comune per avviare una blockchain decentralizzata è distribuire questi token di governance algoritmicamente, con incentivi di liquidità. Questo rappresenta un incentivo per i liquidity provider a “farmare” il nuovo token fornendo liquidità al protocollo.

Anche se non ha inventato lo yield farming, il lancio di COMP ha dato una grande spinta a questo modello di distribuzione dei token. Da allora, altri progetti DeFi hanno elaborato schemi innovativi per attirare liquidità verso i propri ecosistemi.


Cos'è il Valore Totale Bloccato (TVL)?

Come possiamo misurare la salute generale dello yield farming DeFi? Il Valore Totale Bloccato (TVL) è un parametro che misura quante crypto si trovano bloccate in prestiti e altre tipologie di mercati monetari della DeFi.

In un certo senso, il TVL rappresenta la liquidità aggregata nelle liquidity pool. È un indice utile per misurare la salute della DeFi e del mercato dello yield farming nel complesso. Inoltre, è un parametro efficace per mettere a confronto la “quota di mercato” dei diversi protocolli DeFi.

Per monitorare il TVL possiamo usare Defi Pulse. Qui puoi vedere quali piattaforme hanno il maggior numero di ETH o altri crypto asset bloccati nella DeFi, per avere un'idea generale sullo stato attuale dello yield farming.

Naturalmente, maggiore è il valore bloccato, più grande sarà l'attività di yield farming in corso. Vale la pena notare che è possibile misurare il TVL in ETH, USD o persino BTC. Ciascuno offrirà una prospettiva differente sulle condizioni dei mercati monetari della DeFi.


Come funziona lo yield farming?

Lo yield farming è strettamente legato a un modello chiamato automated market maker (AMM). Tipicamente coinvolge liquidity provider (LP) e liquidity pool. Vediamo come funziona.

I liquidity provider depositano fondi in una liquidity pool. Questa pool viene usata da un marketplace in cui gli utenti possono prestare, prendere in prestito o scambiare token. L'utilizzo di queste piattaforme comporta delle commissioni, che vengono poi distribuite ai liquidity provider in base alla loro quota della liquidity pool. Questa è la struttura di base del funzionamento di un AMM.

Tuttavia, le implementazioni possono essere molto diverse – senza dimenticare che si tratta di una nuova tecnologia. Senza dubbio assisteremo al lancio di nuovi approcci che apportano miglioramenti alle attuali implementazioni.

Oltre alle commissioni, un altro incentivo ad aggiungere fondi a una liquidity pool potrebbe essere la distribuzione di un nuovo token. Per esempio, un progetto potrebbe creare un sistema in cui l'unico modo per ricevere il suo token è fornendo liquidità a una pool specifica, dato che questo non è disponibile nel mercato aperto, se non in piccole quantità. 

Le regole della distribuzione dipendono interamente dall'implementazione del protocollo. Il punto fondamentale è che i liquidity provider ricevono una ricompensa basata sulla quantità di liquidità che forniscono alla pool.

I fondi depositati sono solitamente stablecoin ancorate all'USD – anche se non si tratta di un requisito generale. Tra le stablecoin più diffuse nella DeFi troviamo DAI, USDT, USDC, BUSD e altre. Alcuni protocolli emettono token che rappresentano le monete depositate nel sistema. Per esempio, se depositi DAI in Compound, riceverai cDAI, o Compound DAI. Se depositi ETH in Compound, riceverai cETH.

Come puoi immaginare, possono esserci diversi livelli di complessità in questo contesto. Potresti depositare i tuoi cDAI in un altro protocollo che emette un terzo token per rappresentare i tuoi cDAI, che a loro volta rappresentano i tuoi DAI e così via. Queste catene possono diventare molto complesse e difficili da seguire.


Come si calcolano i rendimenti dello yield farming?

Solitamente, i rendimenti dello yield farming vengono calcolati su base annua. Le stime così ottenute rappresentano i profitti generati nell'arco di un anno.

Alcuni parametri comunemente utilizzati sono il tasso percentuale annuo (APR) e la resa percentuale annua (APY). La differenza tra i due sta nel fatto che l'APR non considera gli effetti della composizione, mentre l'APY sì. La composizione, in questo caso, indica il processo di reinvestire direttamente i profitti per generare altri rendimenti. Comunque, tieni presente che APR e APY potrebbero essere usati in modo intercambiabile.

Occorre inoltre ricordare che stiamo parlando solo di stime e proiezioni. Le ricompense, anche a breve termine, sono piuttosto difficili da stimare con precisione. Perché? Lo yield farming è un mercato altamente competitivo e frenetico, e le ricompense possono oscillare rapidamente. Se una strategia di yield farming funziona per un po', diversi farmer sfrutteranno l'occasione, e i rendimenti ottenuti grazie ad essa saranno minori. 

Poiché APR e APY derivano dai mercati tradizionali, la DeFi potrebbe dover trovare dei parametri propri per calcolare i rendimenti. A causa dei ritmi serrati del settore, potrebbe essere più utile stimare rendimenti settimanali o persino giornalieri.


Cos'è la collateralizzazione nella DeFi?

In genere, per prendere in prestito degli asset devi fornire una garanzia collaterale. In sostanza agisce come un'assicurazione per il tuo prestito. Perché ci interessa? A seconda del protocollo a cui decidi di fornire fondi, potresti dover tenere d'occhio il tuo rapporto di collateralizzazione. 

Se il valore del tuo collaterale scende al di sotto del limite richiesto dal protocollo, potrebbe essere liquidato sul mercato aperto. Per evitare questo scenario può aggiungere altro collaterale.

Ogni piattaforma ha una serie di regole particolare per questo processo e un diverso rapporto di collateralizzazione richiesto. Inoltre, su gran parte di queste troviamo un concetto chiamato "overcollateralization". Questo significa che i debitori devono depositare un valore maggiore di quanto vogliono prendere in prestito, per ridurre il rischio di liquidazione per una grande quantità di collaterale nel sistema in seguito a violenti crolli del mercato.

Quindi, supponiamo che il protocollo di prestito che vogliamo usare richieda un rapporto di collateralizzazione del 200%. Questo significa che per ogni 100 USD di valore che fornisci puoi prendere in prestito 50 USD. Tuttavia, solitamente è più sicuro aggiungere un collaterale maggiore di quanto richiesto, per ridurre ulteriormente il rischio di liquidazione. Detto ciò, diversi sistemi utilizzano rapporti di collateralizzazione elevati (ad esempio del 750%) per mantenere l'intera piattaforma relativamente sicura dal rischio di liquidazione.


I rischi dello yield farming

Lo yield farming non è semplice. Le strategie più redditizie sono estremamente complesse e indicate solo per utenti esperti. Inoltre, lo yield farming è generalmente più adatto a chi ha molti capitali da investire (ovvero, le whale).

Questa pratica non è facile come sembra, e se non capisci cosa stai facendo probabilmente finirai per perdere soldi. Abbiamo parlato del pericolo di liquidazione presente sul tuo collaterale, ma quali altri rischi devi conoscere prima di iniziare?

Un rischio evidente dello yield farming coinvolge gli smart contract. Data la natura della DeFi, molti protocolli vengono creati e sviluppati da piccoli team con budget limitati. Questo può aumentare i rischi di bug negli smart contract.

Anche nel caso di protocolli più grandi verificati da società di revisione rispettabili, si trovano spesso nuovi bug e vulnerabilità. A causa della natura immutabile della blockchain, questo può portare a una perdita dei fondi degli utenti. Tieni conto di questo aspetto quando blocchi i tuoi fondi in uno smart contract.

Inoltre, uno dei principali vantaggi della DeFi è anche uno dei suoi maggiori rischi: il concetto di componibilità. Esaminiamo il suo impatto sullo yield farming.

Come già menzionato, i protocolli DeFi sono permissionless e possono essere integrati facilmente tra di loro, quindi l'intero ecosistema DeFi è fortemente dipendente da ciascuno dei suoi elementi costitutivi. Questo è ciò a cui ci riferiamo quando diciamo che tali applicazioni sono componibili – possono operare insieme facilmente.

Perché dovrebbe essere un rischio? Il problema sorge quando uno degli elementi non funziona come previsto, e l'intero ecosistema ne risente. Si tratta di uno dei maggiori rischi per gli yield farmer e le pool di liquidità. Non solo devi fidarti del protocollo in cui depositi fondi, ma anche di tutti gli altri da cui tale protocollo dipende.


➟ Vuoi iniziare con le criptovalute? Compra Bitcoin su Binance!


Piattaforme e protocolli per lo yield farming

Qual è il modo migliore per guadagnare con lo yield farming? Questa domanda non ha una risposta definitiva. Le strategie di yield farming possono cambiare nel giro di qualche ora. Ogni piattaforma e strategia presenta una serie di regole e rischi particolare. Se vuoi iniziare con lo yield farming, devi prima familiarizzare con il funzionamento dei protocolli di liquidità decentralizzati.

Conosciamo già l'idea di base. Depositi fondi in uno smart contract e ricevi ricompense in cambio. Ma le implementazioni possono variare notevolmente, quindi in genere non è una buona idea depositare alla cieca i tuoi fondi e sperare di ottenere rendimenti elevati. Come regola di base per la gestione del rischio, devi poter mantenere il controllo del tuo investimento.

Quindi, quali sono le piattaforme più popolari usate dagli yield farmer? Questa lista non è di certo completa, solo un elenco di protocolli che formano il nucleo delle strategie di yield farming.


Compound Finance

Compound è un mercato monetario algoritmico che consente agli utenti di prestare e prendere in prestito asset. Chiunque abbia un wallet Ethereum può fornire asset alla liquidity pool di Compound e guadagnare ricompense che iniziano immediatamente a produrre interesse composto. I tassi vengono regolati algoritmicamente basandosi su domanda e offerta.

Compound è uno dei protocolli centrali nell'ecosistema dello yield farming.


MakerDAO

Maker è una piattaforma di credito decentralizzata che supporta la creazione di DAI, una stablecoin algoritmicamente ancorata al valore dell'USD. Chiunque può aprire un Maker Vault in cui bloccare asset collaterali, come ETH, BAT, USDC o WBTC, generando DAI come debito contro la garanzia collaterale bloccato. Questo debito matura interesse nel tempo, denominato commissione di stabilità – il cui tasso è impostato dai possessori di token MKR.

Gli yield farmer possono usare Maker per emettere DAI da usare in strategie di yield farming.


Synthetix

Synthetix è un protocollo per asset sintetici. Permette di bloccare (in staking) Synthetix Network Token (SNX) o ETH come collaterale contro cui emettere asset sintetici. Cosa può essere un asset sintetico? Praticamente qualsiasi cosa che abbia una feed di prezzo affidabile, quindi ogni asset finanziario può essere aggiunto alla piattaforma Synthetix.

Nel futuro, Synthetix potrebbe permettere di usare ogni sorta di asset per lo yield farming. Vuoi usare investimenti in oro a lungo termine in una strategia di yield farming? Gli asset sintetici possono essere la risposta.


Aave

Aave è un protocollo decentralizzato per la concessione e l'assunzione di prestiti. I tassi d'interesse vengono regolati algoritmicamente, in base alle condizioni di mercato. I creditori ricevono “aToken” in cambio dei loro fondi. Dopo il deposito, questi token iniziano immediatamente a maturare interessi composti. Inoltre, Aave offre altre funzionalità più avanzate, tra cui i flash loan.

Come protocollo di prestito decentralizzato, Aave è molto utilizzato dagli yield farmer.


Uniswap

Uniswap è un protocollo di exchange decentralizzato (DEX) che consente scambi di token in un sistema trustless. I fornitori di liquidità depositano un valore equivalente di due token per creare un mercato. Dopodiché, i trader possono negoziare usando questa pool di liquidità. Come ricompensa per il loro servizio, i fornitori di liquidità guadagnano commissioni dagli scambi che avvengono nella loro pool.

Uniswap è una delle piattaforme più popolari per i token swap trustless grazie alla sua natura fluida. Può essere uno strumento utile per le strategie di yield farming.


Curve Finance

Curve Finance è un protocollo di exchange decentralizzato progettato specificamente per swap di stablecoin efficienti. A differenza di altri protocolli simili come Uniswap, Curve permette agli utenti di effettuare swap tra grandi quantità di stablecoin con uno slippage relativamente basso.

Come puoi immaginare, vista l'abbondanza di stablecoin nel panorama dello yield farming, le pool di Curve sono una parte fondamentale dell'infrastruttura.


Balancer

Balancer è un protocollo di liquidità simile a Uniswap e Curve. Tuttavia, la differenza sostanziale è che offre allocazioni di token personalizzate in una pool di liquidità. Di conseguenza, i fornitori di liquidità possono creare pool Balancer personalizzate invece di seguire l'allocazione 50/50 prevista da Uniswap. Proprio come quest'ultimo, i LP guadagnano commissioni per le operazioni effettuate nelle loro pool di liquidità.

Grazie alla flessibilità che introduce nella creazione di pool, Balancer è un'importante innovazione per le strategie di yield farming.


Yearn.finance

Yearn.finance è un ecosistema decentralizzato di aggregatori per servizi di prestito come Aave, Compound e altri. Il suo obiettivo è quello di ottimizzare i prestiti di token trovando algoritmicamente i servizi più redditizi. Dopo il deposito, i fondi vengono convertiti in yToken che si riequilibrano periodicamente per massimizzare i profitti.

Yearn.finance è uno strumento utile per i farmer alla ricerca di un protocollo che scelga automaticamente le strategie migliori per loro.


In chiusura

Abbiamo dato un'occhiata all'ultima mania nel settore delle criptovalute – lo yield farming.

Cos'altro può portare questa rivoluzione finanziaria decentralizzata? È impossibile prevedere quali nuove applicazioni potrebbero spuntare in futuro partendo dalle componenti attuali. Comunque, i protocolli di liquidità trustless e altri prodotti della DeFi sono sicuramente all'avanguardia nel mondo della finanza, della criptoeconomia e dell'informatica.

Senza ombra di dubbio, i mercati monetari della DeFi possono aiutare a creare un sistema finanziario più aperto e accessibile, a portata di chiunque abbia una connessione a internet.


➟ Hai altre domande sulla DeFi e lo yield farming? Visita Ask Academy!