Cos'è la tokenomics e perché è importante?
Home
Articoli
Cos'è la tokenomics e perché è importante?

Cos'è la tokenomics e perché è importante?

Principiante
Pubblicato Aug 4, 2022Aggiornato Sep 23, 2022
8m

TL;DR

La tokenomics è un termine che comprende tutta l'economia di un token. Definisce i fattori che influiscono sull'uso e sul valore di un token, tra cui, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la creazione e la distribuzione, l'offerta e la domanda del token, i meccanismi di incentivazione e i programmi di burn associati. Per i progetti crypto, una tokenomics ben progettata è fondamentale per avere successo. Valutare la tokenomics prima di decidere se partecipare o meno a un progetto, è fondamentale per gli investitori e gli stakeholder.

Introduzione 

La tokenomics è un portmanteau di "token" ed "economics", ovvero una componente chiave rispetto alla ricerca riguardo un progetto crypto. Oltre a esaminare il white paper, il team fondatore, la roadmap e la crescita della comunità, la tokenomics è fondamentale per valutare le prospettive future di un progetto blockchain. I progetti crypto dovrebbero progettare attentamente le proprie tokenomics per garantire uno sviluppo sostenibile a lungo termine.

La Tokenomics in breve 

I progetti blockchain progettano le regole della tokenomics in relazione ai loro token per incoraggiare o scoraggiare varie azioni degli utenti. Tale processo è simile al modo in cui una banca centrale stampa denaro e attua politiche monetarie per incoraggiare o scoraggiare la spesa, i prestiti, il risparmio e la circolazione del denaro. Nota che la parola "token" si riferisce sia alle monete che ai token. Puoi imparare la differenza tra i due qui. A differenza delle valute fiat, le regole della tokenomics sono implementate tramite del codice e sono trasparenti, prevedibili e difficili da cambiare.

Prendiamo ad esempio bitcoin. L'offerta totale di bitcoin è pre-programmata ed è pari a 21 milioni di monete. Il modo in cui i bitcoin vengono creati e messi in circolazione si chiama mining. I miner ricevono alcuni bitcoin come ricompensa, quando un blocco viene minato ogni 10 minuti circa. 

La ricompensa, chiamata anche sovvenzione per blocco (block subsidy), viene dimezzata ogni 210.000 blocchi. In base a questo schema, l'halving avviene ogni quattro anni. Dal 3 gennaio 2009, quando è stato creato il primo blocco, o genesis block, sulla rete Bitcoin, la sovvenzione per blocco è stata dimezzata tre volte da 50 BTC a 25 BTC, passando poi a 12,5 BTC e adesso a 6,25 BTC.

Sulla base di queste regole, è facile calcolare che nel 2022 verranno minati circa 328.500 bitcoin dividendo il numero totale di minuti dell'anno per 10 (perché un blocco viene minato ogni 10 minuti) e poi moltiplicando per 6,25 (perché ogni blocco dà 6,25 BTC come ricompensa). Pertanto, è possibile prevedere il numero di bitcoin minati ogni anno e gli ultimi bitcoin dovrebbero essere minati intorno al 2140.

La tokenomics di Bitcoin include anche il design delle commissioni di transazione, che i miner ricevono quando viene convalidato un nuovo blocco. Questa commissione è progettata per aumentare con l'incremento delle dimensioni delle transazioni e della congestione di rete. Aiuta a prevenire transazioni spam e incentiva i miner a continuare a convalidare le transazioni anche quando la block subsidy continua a diminuire. 

In breve, la tokenomics di Bitcoin è semplice e geniale. Tutto è trasparente e prevedibile. Gli incentivi relativi a Bitcoin fanno sì che i partecipanti vengano remunerati, questo mantiene la rete robusta e contribuisce al suo valore come criptovaluta. 

Elementi chiave della Tokenomics

Come termine generico per indicare un'ampia gamma di fattori che influenzano il valore di una criptovaluta, la "tokenomics" si riferisce innanzitutto alla struttura economica di una crypto, cos√¨ come √® stata progettata dai suoi creatori. Ecco alcuni dei fattori pi√Ļ importanti da considerare quando si esamina la tokenomics di una criptovaluta.¬†

Offerta del Token

La domanda e l'offerta sono i fattori principali che influenzano il prezzo di qualsiasi bene o servizio. Lo stesso vale per le criptovalute. Esistono diverse metriche importanti che misurano l'offerta di un token. 

La prima si chiama offerta massima. Tale metrica indica che esiste un numero massimo di token che sono stati codificati per questa criptovaluta. Bitcoin ha un'offerta massima pari a 21 milioni di monete. Litecoin ha un hard cap di 84 milioni di monete, mentre BNB ha un'offerta massima di 200 milioni.

Alcuni token non dispongono di un'offerta massima. Per quanto riguarda la rete Ethereum, l'offerta di ether aumenta ogni anno. Stablecoin come USDT, USD Coin (USDC) e Binance USD (BUSD) non hanno un'offerta massima, visto che vengono emesse in base alle riserve che le sostengono. In teoria la loro offerta può continuare a crescere senza limiti. Dogecoin e Polkadot sono altre due criptovalute con un'offerta non limitata.

La seconda metrica è l'offerta in circolazione, che definisce il numero di token in circolazione. I token possono essere coniati e bruciati, oppure essere bloccati in altri modi. Tali processi hanno effetto sul prezzo del token.

L'analisi relativa all'offerta di un token fornisce una buona stima di quanti token ci saranno alla fine in circolazione.

Utilità del Token

L'utilità del token fa riferimento alle applicazioni relative a tali token. Ad esempio, l'utilità di BNB comprende l'alimentazione della BNB Chain, il pagamento delle commissioni di transazione e gli sconti sulle commissioni di trading sulla BNB Chain e la funzione di utility token per la comunità all'interno dell'ecosistema BNB Chain. Gli utenti possono anche fare staking di BNB utilizzando vari prodotti all'interno dell'ecosistema, così da ottenere un reddito aggiuntivo.

Esistono molti altri casi d'uso per i token. I governance token consentono al possessore di votare le modifiche relative al protocollo di un token. Le stablecoin sono pensate per essere utilizzate come una valuta. I security token, d'altro canto, rappresentano degli asset finanziari. Ad esempio, una società potrebbe emettere azioni tokenizzate durante una Initial Coin Offering (ICO), concedendo ai detentori dei diritti di proprietà e dei dividendi.

Questi fattori possono aiutare a determinare i potenziali casi d'uso di un token, il che è essenziale per capire come evolverà la sua economia.

Analisi della distribuzione dei token 

Oltre alla domanda e all'offerta, è fondamentale osservare come vengono distribuiti i token. Le grandi istituzioni e i singoli investitori si comportano in modo diverso. Conoscere quali entità detengono un token, ti darà la possibilità di capire come probabilmente li scambieranno, il che a sua volta avrà un impatto sul valore del token. 

In genere, esistono due modi per lanciare e distribuire un token: un rilascio equo e uno pre-mining. Un rilascio equo avviene quando non vi è alcun accesso anticipato o allocazioni private, prima che un token venga minato e distribuito al pubblico. BTC e Dogecoin ne sono un esempio. 

D'altra parte, il pre-mining consente di minare una parte della criptovaluta e di distribuirla a un gruppo selezionato, prima di offrirla al pubblico. Ethereum e BNB sono due esempi di questo tipo di distribuzione. 

In generale, √® bene prestare attenzione a quanto uniformemente viene distribuito un token. Alcune grandi organizzazioni che detengono una quota eccessiva di un token, sono in genere considerate pi√Ļ rischiose. Un token detenuto in gran parte da investitori pazienti e da membri del team fondatore, significa allineare meglio gli interessi delle parti interessate per un successo a lungo termine.¬†

Dovresti anche esaminare il blocco e il programma di rilascio di un token, per vedere se un numero elevato di token verrà immesso in circolazione, il che ne mette sotto pressione il valore. 

Analizzare i token burn

Molti progetti crypto effettuano regolarmente dei token burn, questo processo li elimina in modo permanente dalla circolazione. 

Ad esempio, BNB adotta un metodo di coin-burning per rimuovere le monete dalla circolazione e ridurre l'offerta totale del suo token. Con 200 milioni di BNB pre-mine, l'offerta totale di BNB è pari a 165.116.760 a giugno 2022. BNB subirà ulteriori coin burn fino a raggiungere il 50% dell'offerta totale, il che significa che l'offerta totale di BNB sarà ridotta a 100 milioni di BNB. Allo stesso modo, nel 2021 Ethereum ha iniziato a bruciare ETH per ridurre la sua offerta totale. 

Quando l'offerta di un token si riduce, si parla di deflazione. Il caso contrario, quando l'offerta di un token continua ad espandersi, quest'ultimo è considerato inflazionistico. 

Meccanismi di incentivazione

Il meccanismo di incentivazione di un token è fondamentale. Il modo in cui un token incentiva i partecipanti a garantire la sostenibilità a lungo termine, è fondamentale per la sua tokenomics. Il modo in cui Bitcoin progetta la block subsidy e le commissioni di transazione, è un esempio perfetto di quanto sia un modello elegante.

Il meccanismo Proof of Stake √® un altro metodo di convalida che si sta diffondendo. Questo consente ai partecipanti di bloccare i propri token per convalidare le transazioni. In genere, pi√Ļ token vengono bloccati, pi√Ļ alta √® la possibilit√† di essere scelti come validatori e di ricevere ricompense per la convalida delle transazioni. Ci√≤ significa anche che se i validatori tentano di danneggiare la rete, il valore dei loro asset sar√† messo a rischio. Queste caratteristiche incentivano i partecipanti ad agire onestamente e mantengono robusto il protocollo.¬†

Molti progetti DeFi hanno utilizzato meccanismi di incentivazione innovativi per ottenere una rapida crescita. Compound, una piattaforma di prestito di criptovalute, consente agli investitori di depositare delle crypto nel protocollo Compound, di riscuotere degli interessi e di ricevere dei token COMP come ricompensa aggiuntiva. Inoltre, i token COMP fungono da governance token per il protocollo Compound. Queste scelte progettuali allineano gli interessi di tutti i partecipanti con le prospettive a lungo termine di Compound.

Il futuro della tokenomics

Fin dalla creazione nel 2009 del genesis block sulla rete Bitcoin, la tokenomics si è evoluta in modo significativo. Con il passare del tempo, gli sviluppatori hanno sperimentato diverse tokenomics. Ci sono stati dei successi, ma anche dei fallimenti. La tokenomics legata a Bitcoin è ancora valida, visto che ha resistito alla prova del tempo. Altri progetti invece, con tokenomics scadenti, hanno fallito.

I token non fungibili (NFT) offrono un diverso modello di tokenomics basato sulla scarsità digitale. La tokenizzazione di asset tradizionali come immobili e opere d'arte potrebbe, in futuro, generare nuove innovazioni legate al concetto di tokenomics.

In chiusura

La tokenomics √® un concetto fondamentale da comprendere se si vuole entrare nel mondo delle criptovalute. √ą un termine che descrive i principali fattori che influenzano il valore di un token. √ą importante notare che non esiste un singolo fattore che fornisce una formula magica. La tua valutazione deve basarsi sul maggior numero possibile di variabili, cos√¨ da valutare la situazione nel suo complesso. La Tokenomics pu√≤ essere combinata con altri strumenti di analisi fondamentale cos√¨ da ottenere un giudizio informato sulle prospettive future di un progetto e sul prezzo del suo token.

In definitiva, l'economia di un token avrà un impatto notevole sulle sue modalità di utilizzo, sulla facilità di creare una rete e sull'interesse che susciterà l'applicazione del token.

Condividi post
Registra un account
Metti in pratica le tue conoscenze aprendo un conto Binance oggi stesso.