Perché avviene il depeg delle stablecoin?
Home
Articoli
Perché avviene il depeg delle stablecoin?

Perché avviene il depeg delle stablecoin?

Intermedio
Pubblicato Oct 26, 2023Aggiornato Jan 11, 2024
6m


TL;DR

  • Le stablecoin utilizzano un meccanismo di ancoraggio detto "peg" per mantenere un prezzo costante.

  • Le stablecoin possono essere collateralizzate (garantite da fiat, crypto o materie prime) o non collateralizzate (regolate da algoritmi).

  • Esempi storici come UST nel 2022, USDC e DAI nel 2023 e USDR nel 2023 illustrano le vulnerabilità e la complessità del mantenimento del peg.

Cosa sono le stablecoin?

Una stablecoin è un tipo di crypto asset progettato per avere un valore relativamente stabile. Mentre le criptovalute sono generalmente note per essere volatili, le stablecoin sono state create appositamente come protezione contro le fluttuazioni dei prezzi.

Le stablecoin mantengono la stabilità utilizzando il "peg." Il "peg" è come un'ancora di valore. Proprio come i paesi potrebbero legare il valore del loro denaro alla valuta di un altro paese per mantenerlo stabile, le stablecoin fanno qualcosa di simile. Molte stablecoin, come USDT e DAI, mirano ad avere lo stesso valore di 1$.

Cosa succede quando una stablecoin subisce un depeg?

Un  "evento di depegging" avviene quando una stablecoin non viene più scambiata per il suo valore di peg predeterminato. Nel corso degli anni, le stablecoin hanno apportato un'utilità enorme e attualmente rappresentano miliardi di dollari in volume di trading giornaliero. 

Questo è il motivo per cui un evento di depegging potrebbe avere conseguenze di vasta portata. In questo articolo esamineremo alcuni casi storici di depeg delle stablecoin. Prima, però, diamo un'occhiata a come le stablecoin mantengono i loro peg.

Come fa una stablecoin a mantenere il suo peg?

Le stablecoin di solito rientrano in due categorie: collateralizzate e non collateralizzate.

1. Stablecoin collateralizzate

Le stablecoin collateralizzate costituiscono la maggior parte delle stablecoin attualmente in circolazione. Il loro valore è garantito da altri asset. Queste stablecoin dovrebbero essere garantite o "collateralizzate" da fiat, altre criptovalute o materie prime come l'oro. In questi casi, ogni stablecoin emessa dovrebbe teoricamente avere un asset corrispondente tenuto nelle riserve.

Ecco come funzionano:

  • Collateralizzate in fiat: Ogni token in circolazione dovrebbe essere garantito da una quantità equivalente di valuta fiat, come il dollaro statunitense. Pertanto, ogni singola stablecoin emessa dovrebbe poter essere riscattata per l'asset sottostante. FDUSD e USDT sono esempi di stablecoin collateralizzate in fiat.

  • Collateralizzate in crypto: Queste stablecoin sono sovracollateralizzate da un crypto asset o da un paniere di crypto asset. Ciò significa che più criptovalute sono detenute come collaterale rispetto al valore della stablecoin, fornendo un buffer contro potenziali fluttuazioni di prezzo. DAI e crvUSD sono esempi di stablecoin collateralizzate in crypto.

  • Collateralizzate in materie prime: Queste stablecoin sono ancorate al prezzo di materie prime come l'oro. Queste crypto possono potenzialmente fornire una copertura contro l'inflazione e offrono un'esposizione alle materie prime sottostanti. Pax Gold (PAXG) è un esempio di stablecoin collateralizzata in materie prime, garantita dall'oro.

Nota: Sebbene i progetti stablecoin spesso facciano dichiarazioni in merito alle loro riserve e ai meccanismi di pegging, la verificabilità e l'accuratezza di tali affermazioni possono variare. Pertanto, è fondamentale prestare attenzione e riconoscere che il livello di collateralizzazione potrebbe non essere sempre del 100% come affermato.

2. Stablecoin non collateralizzate

Le stablecoin non collateralizzate, note anche come stablecoin algoritmiche, utilizzano algoritmi e smart contract per autoregolare la propria offerta in base alla domanda di mercato, assicurando che il prezzo della stablecoin rimanga vicino al suo ancoraggio. 

Se il prezzo scende al di sotto del valore della valuta fiat che traccia, l'algoritmo riduce l'offerta in circolazione, con l'obiettivo di spingere il prezzo verso l'alto. Al contrario, se il prezzo supera il valore della valuta fiat, vengono emessi nuovi token per ridurre il valore della stablecoin. TerraUSD (UST) era una stablecoin algoritmica.

Quindi, cosa succede quando queste stablecoin perdono il loro peg e iniziano ad essere scambiate al di sotto del valore di mercato? Esaminiamo alcuni esempi

Esempi storici del depegging di stablecoin

Ecco alcuni degli episodi più noti di depeg delle stablecoin.

Maggio 2022 - UST

A maggio 2022, il mondo crypto ha vissuto un evento storico quando la stablecoin UST di Terra ha perso il suo ancoraggio. Prima di questo incidente, il token nativo di Terra, LUNA, era l'ottava moneta più grande a livello globale, con una capitalizzazione di mercato pari a 40 miliardi di dollari. Questo depegging ha lasciato UST e LUNA praticamente privi di valore, innescando un "contagio crypto", ovvero una reazione a catena in cui numerosi progetti crypto e aziende interconnesse con Terra hanno subito perdite significative. Durante questo periodo di volatilità, anche altre stablecoin come USDD di Tron e USN di Near Protocol hanno perso temporaneamente i loro ancoraggi prima di tornare al peg. 

Marzo 2023 - USDC e DAI

A marzo 2023, due delle principali stablecoin, USDC e DAI, hanno perso l'ancoraggio a causa del crollo di tre banche statunitensi: Silicon Valley Bank (SVB), Signature Bank e Silvergate Bank. Circle, l'emittente di USDC, ha rivelato che 3,3 miliardi di dollari delle riserve di liquidità utilizzate per collateralizzare la stablecoin erano detenute presso SVB. Di conseguenza, USDC ha temporaneamente perso il suo ancoraggio, scendendo di oltre il 12% in un solo giorno.

Anche DAI ha subito fluttuazioni di valore, principalmente perché all'epoca oltre la metà delle sue riserve di collaterale erano legate a USDC e ai suoi strumenti associati. La situazione si è stabilizzata quando la Federal Reserve ha annunciato il suo supporto nei confronti dei creditori delle banche, portando USDC e DAI a tornare ai rispettivi ancoraggi. 

In seguito all'incidente, entrambe le stablecoin hanno modificato la loro composizione delle riserve. USDC ha collocato le proprie riserve di liquidità prevalentemente presso la Bank of New York Mellon, mentre DAI ha diversificato le proprie riserve tra più stablecoin e ha aumentato le riserve in asset del mondo reale.

Ottobre 2023 - USDR

USDR, o Real USD, è una stablecoin lanciata da Tangible (token nativo TNGBL) nel 2022. Si tratta di una stablecoin ancorata a USD che avrebbe dovuto utilizzare una combinazione di immobili tokenizzati e la stablecoin DAI come collaterale. 

USDR disponeva anche di un meccanismo di ri-collateralizzazione automatica in cui metà del rendimento degli affitti raccolto dagli inquilini viene reindirizzato automaticamente alla tesoreria. Questo doveva essere un meccanismo per garantire la stabilizzazione del peg. Purtroppo, nonostante queste misure, l'11 ottobre 2023 USDR è entrato in depeg.

Ecco cosa è successo:

  • L'11 ottobre, USDR ha registrato un'ondata di richieste di riscatto, che eventualmente hanno raggiunto 10 milioni di USDR.

  • Questa enorme richiesta di riscatto ha prosciugato la tesoreria di USDR di tutte le sue riserve liquide costituite dalla stablecoin DAI.

  • Poiché il collaterale rimanente era costituito da riserve immobiliari tokenizzate illiquide, il team di Tangible non ha potuto soddisfare immediatamente le richieste di riscatto.

  • Questa improvvisa crisi di liquidità ha causato un grande FUD tra i possessori di USDR a causa del depeg del token.

Secondo ricercatori indipendenti e membri della comunità di USDR, gli immobili tokenizzati utilizzati da USDR come collaterale utilizzavano lo standard dei token ERC-721, che non è flessibile come l'ERC-20 comunemente utilizzato. Poiché i token ERC-721 non possono essere facilmente frazionati, questo rende difficili i riscatti tempestivi.

In chiusura

Nel mondo volatile delle criptovalute, la stabilità promessa dalle stablecoin è stata un porto sicuro fondamentale per gli investitori. Tuttavia, come la storia ha dimostrato, queste stablecoin non sono assolutamente immuni alle sfide. I significativi episodi di depegging di UST e USDR dimostrano che sono suscettibili alle pressioni finanziarie esterne e ai difetti intrinseci di progettazione. Come per tutto ciò che riguarda i mercati finanziari, è fondamentale fare le proprie ricerche prima di assumersi dei rischi.

Letture consigliate

Disclaimer: questo contenuto viene presentato all'utente «così com'è» solo a scopo informativo e didattico, senza rappresentazioni o garanzie di alcun tipo. Non deve essere interpretato come una consulenza finanziaria, legale o di altro tipo professionale, né intende raccomandare l'acquisto di prodotti o servizi specifici. Dovresti chiedere una consulenza a consulenti professionali appropriati. Laddove l'articolo sia fornito da un collaboratore terzo, tieni presente che le opinioni espresse appartengono al collaboratore terzo e non riflettono necessariamente quelle di Binance Academy. Leggi il nostro disclaimer completo qui per ulteriori dettagli. I prezzi degli asset digitali possono essere volatili. Il valore del tuo investimento potrebbe aumentare o diminuire e potresti non recuperare l'importo investito. Sei l'unico responsabile delle tue decisioni di investimento e Binance Academy non è responsabile per eventuali perdite che potresti subire. Questo materiale non deve essere interpretato come una consulenza finanziaria, legale o di altro tipo professionale. Per ulteriori informazioni, consulta i nostri Termini di utilizzo e l'Avvertenza sui rischi.