Cos'è Curve Finance nella DeFi?
Indice
Introduzione
Cos'è Curve Finance?
Come funziona Curve Finance?
Cos'è il token CRV?
I rischi di Curve Finance
Swerve Finance
In chiusura
Cos'è Curve Finance nella DeFi?
HomeArticoli
Cos'è Curve Finance nella DeFi?

Cos'è Curve Finance nella DeFi?

Intermedio
Published Nov 25, 2020Updated Apr 27, 2021
5m

TL;DR

Curve Finance è un exchange decentralizzato (DEX) basato su Ethereum. È progettato specificamente per gli scambi tra stablecoin. Basta un wallet Ethereum, dei fondi, e sei pronto a scambiare diverse stablecoin con commissioni e slippage minimi.

Puoi immaginare Curve come "Uniswap per stablecoin." Grazie alla sua speciale formula di pricing, è anche ideale per scambiare diverse versioni tokenizzate di una moneta.


Introduzione

I market maker automatizzati (AMM) hanno avuto un forte impatto sul panorama crypto. I protocolli di liquidità come Uniswap, Balancer e PancakeSwap permettono a chiunque di diventare un market maker e guadagnare commissioni su molte coppie di valute.

Questi AMM possono competere in modo significativo con gli exchange centralizzati? Forse. Ma c'è un segmento di mercato in cui stanno già mostrando un grande potenziale – il trading di stablecoin. Curve Finance è all'avanguardia in questo contesto.


Cos'è Curve Finance?

Curve Finance (https://curve.fi) è un protocollo di market maker automatizzato progettato per gli scambi tra stablecoin con commissioni e slippage minimi. È un aggregatore di liquidità decentralizzato in cui chiunque può aggiungere asset a diverse pool di liquidità e guadagnare commissioni.
Se hai già letto il nostro articolo sugli AMM, saprai che utilizzano un algoritmo di prezzatura invece di un order book. A causa del modo in cui la formula di determinazione dei prezzi funziona su Curve, può anche essere estremamente utile per scambiare token che rimangono in un range di prezzo relativamente simile.
Questo significa che non sono solo validi per gli scambi tra stablecoin, ma anche tra diverse versioni tokenizzate di una moneta. Quindi, Curve è uno dei modi migliori per scambiare diverse versioni tokenizzate di Bitcoin, come WBTC, renBTC e sBTC.
Al momento della stesura, Curve mette a disposizione 17 pool per scambiare diverse stablecoin e asset. Ovviamente, queste cambiano costantemente in base alla domanda di mercato e al panorama in continua evoluzione della DeFi. Alcune delle stablecoin più popolari disponibili includono USDT, USDC, DAI, BUSD, TUSD, sUSD e altre.
Non ci sono informazioni ufficiali relative al team di Curve, ma la maggior parte dei contributi su GitHub è stata effettuata da Michael Egorov, il CTO di una società di sicurezza informatica e delle reti chiamata NuCypher.


Come funziona Curve Finance?

Come già menzionato, gli asset vengono prezzati in base a una formula di determinazione invece di un order book. La formula usata da Curve è progettata appositamente per agevolare scambi che avvengono in un range approssimativamente simile.

Per esempio, sappiamo che 1 USDT dovrebbe corrispondere a 1 USDC, che a sua volta è pari a 1 BUSD, e così via. Tuttavia, se vuoi convertire 100 milioni di dollari da USDT a USDC, e poi convertirli in BUSD, dovrai fare i conti con un certo slippage. La formula di Curve è progettata per minimizzare questo slippage il più possibile.

Una cosa da tenere in considerazione è che se questi asset non fossero nello stesso range di prezzo, la formula di Curve non funzionerebbe in modo efficiente. Tuttavia, il sistema non tiene conto di questa possibilità. Dopotutto, se USDT vale 0,7$, qualcos'altro al di fuori di Curve è andato terribilmente storto. Il sistema non può risolvere cose esterne al suo controllo, quindi finché i token mantengono il loro ancoraggio, la formula fa molto bene il suo lavoro.

Questo si traduce in uno slippage estremamente basso anche per operazioni di grandi dimensioni. Infatti, lo spread su Curve può tenere testa ad alcuni exchange centralizzati e trading desk OTC con la migliore liquidità.

Ci sono diversi presupposti circa la fiducia e il rischio, quindi la liquidità e l'esecuzione non rappresentano il quadro completo. Tuttavia, è senza dubbio entusiasmante vedere la competizione tra il mondo centralizzato e quello decentralizzato in questo modo.


Cos'è il token CRV?

CRV è il governance token di CurveDAO, un'organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) che gestisce il protocollo. CRV viene costantemente distribuito ai fornitori di liquidità del protocollo, a un tasso che diminuisce su base annua.

A novembre 2020, ogni operazione sulla piattaforma comporta una commissione di trading dello 0,04% che viene distribuita direttamente ai fornitori di liquidità.



I rischi di Curve Finance

Curve è stato verificato da Trail of Bits. Ok, questo audit significa che il progetto è completamente sicuro da usare, giusto? Assolutamente no! Quando usi qualsiasi smart contract, esistono sempre dei rischi, non importa quanti audit sono stati realizzati. Deposita solo ciò che sei disposto a perdere.

Come per qualsiasi altro protocollo AMM, dovrai considerare anche la perdita impermanente. Se non ne hai mai sentito parlare, leggi il nostro articolo a riguardo prima di aggiungere liquidità a Curve. In breve, la perdita impermanente è una perdita in termini di fiat che gli utenti possono subire quando forniscono liquidità a un AMM.
Dietro quinte, la pool di liquidità potrebbe anche essere fornita a Compound o yearn.finance al fine di generare un reddito maggiore per i fornitori di liquidità. Inoltre, grazie alla magia della componibilità, il trading su Curve non è riservato solo agli utenti, ma è disponibile anche ad altri smart contract. Questo introduce rischi aggiuntivi, in quanto molti di questi protocolli DeFi diventano dipendenti l'uno dall'altro. Se uno si rompe, potremmo assistere a una reazione a catena dannosa attraverso l'intero ecosistema DeFi.


Swerve Finance

Come SushiSwap e Uniswap, anche Curve Finance ha un hard fork di alto profilo – Swerve Finance. 

Swerve viene pubblicizzato come un "lancio equo," ovvero che il suo governance token (SWRV) non è stato distribuito con un'allocazione riservata al team o al fondatore. I token SWRV sono stati distribuiti attraverso un evento di mining della liquidità, in cui tutti avevano la stessa opportunità di farmarli. Quindi, Swerve sostiene di essere un fork di Curve gestito al 100% dalla comunità.


In chiusura

Curve è uno degli AMM più popolari attivi su Ethereum. Agevola gli scambi di stablecoin ad alto volume con slippage minimo e spread ridotti in modo non-custodial.
Un'altra caratteristica che colloca Curve Finance al centro del settore DeFi è il fatto che altri protocolli blockchain dipendono fortemente dalle sue funzioni. La componibilità tra diverse applicazioni decentralizzate comporta rischi, ma è anche uno dei principali vantaggi della DeFi.
Hai altre domande su Curve e la Finanza Decentralizzata? Scopri la nostra piattaforma Q&A, Ask Academy, dove la comunità di Binance risponderà alle tue domande.