Cosa sono i token di governance?
Home
Articoli
Cosa sono i token di governance?

Cosa sono i token di governance?

Principiante
Pubblicato Jun 13, 2022Aggiornato Sep 29, 2022
5m

TL;DR

I token di governance danno ai titolari il diritto di voto su questioni che disciplinano lo sviluppo e le operazioni riguardo un progetto blockchain. È un metodo per distribuire il potere decisionale alla propria comunità. Questo modello di governance decentralizzata aiuta ad allineare gli interessi dei titolari di token con quelli del progetto.


Introduzione

Molte aziende tradizionali sono governate da un consiglio di amministrazione o da un piccolo gruppo di persone, in quella che può essere definita una governance centralizzata. La dimensione media del consiglio di amministrazione delle aziende più grandi è di circa 10 persone. Queste hanno un enorme potere sulla gestione delle aziende. Gli amministratori possono nominare o licenziare i dirigenti, decidere in quali progetti investire e definire la strategia dell'azienda.

I token di governance rappresentano un modo diverso per governare le organizzazioni. Questo è comune tra le organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) e nel mondo della Finanza decentralizzata (DeFi); il modello che questi token rappresentano, offre un metodo di governance più equo, decentralizzato e trasparente. Nella maggior parte dei casi, un token equivale a un voto. Questi token sono progettati per legare i membri della comunità, così da garantire che i progetti blockchain possano svilupparsi in modo sano.


Come funzionano i token di governance? 

I token di governance sono il metodo principale per realizzare la governance decentralizzata nei progetti DAO, DeFi e nelle applicazioni decentralizzate (DApp). Spesso vengono dati come ricompensa agli utenti attivi, per la loro fedeltà e il loro contributo alla comunità. In cambio, i titolari dei token votano sui principali problemi, così da garantire lo sviluppo dei progetti. In genere, le votazioni avvengono tramite smart contract, e le decisioni approvate vengono implementate automaticamente.

Uno dei primi token di governance è stato emesso da MakerDAO, una DAO basata su Ethereum che è alla base di DAI, una stablecoin crypto-collateralizzata. Il protocollo Maker è regolato dai titolari dei token di governance, questo token si chiama MKR. Un token MKR equivale a un voto e la decisione con il maggior numero di voti viene adottata. I titolari del token votano su una varietà di problemi, come la nomina dei membri del team, l'adeguamento delle commissioni e l'adozione di nuove regole. L'obiettivo è garantire la stabilità, la trasparenza e l'efficienza della stablecoin di MakerDao.

Un altro esempio è Compound, un protocollo DeFi che consente agli utenti di prestare e prendere in prestito delle criptovalute. Il protocollo possiede un token di governance chiamato COMP, che consente alla sua community di utenti di votare sulle decisioni chiave. I token sono assegnati in proporzione all'attività on-chain degli utenti. In altre parole, più presterai e prenderai in prestito su Compound, più token COMP ricevi. 

Analogamente a MakerDAO, un token COMP equivale a un voto. Gli utenti possono anche delegare i propri token ad altri per votare per loro conto. In particolare, Compound ha rinunciato nel 2020 al controllo dell'admin key del network. Ciò significa che, da quel momento, il progetto è governato esclusivamente dai detentori del token e non presenta alcun metodo di governance sostitutivo.

Altri token di governance degni di nota sono quelli emessi dagli exchange decentralizzati Uniswap e PancakeSwap, dalla piattaforma di prestito DeFi Aave, dalla comunità Web3 NFT di ApeCoin DAO, e dalla piattaforma di mondi virtuali Decentraland. 

Ogni progetto definisce delle regole diverse su come funzionano i token di governance. I token vengono distribuiti agli stakeholder, tra cui il team fondatore, gli investitori e gli utenti, secondo diversi modelli di calcolo. Alcuni token di governance permettono di votare solo su determinati aspetti di governance, mentre con altri si può votare sulla maggior parte delle questioni. Con alcuni token di governance si possono guadagnare dei dividendi finanziari, mentre altri token non possiedono questa funzionalità.  


Pro e contro dei token di governance

I token di governance offrono alcuni grandi vantaggi. Possono eliminare il disallineamento degli interessi, che spesso si riscontrano nella governance centralizzata. La governance decentralizzata basata sui token di governance trasferisce tale potere di gestione a una vasta comunità di stakeholder, allineando gli interessi degli utenti e dell'organizzazione stessa.

Un altro vantaggio dei token di governance è la possibilità di costruire comunità attive, collaborative e coese. Ogni possessore è incentivato a votare e a migliorare il progetto. Visto che un token equivale di solito a un voto, questa caratteristica può porre le basi verso un processo decisionale equo e più giusto. Ogni possessore di token di governance può avviare una proposta su cui votare. I dettagli di ogni voto sono aperti a tutti, il che riduce la possibilità di brogli.

La sfida più grande dei token di governance è il cosiddetto problema delle balene. Le balene sono persone che possiedono una grande percentuale di una certa criptovaluta. Se le balene più grandi che prendono parte a un progetto crypto, conservano una parte significativa dell'offerta complessiva del suo token di governance, potrebbero direzionare il processo di voto a loro favore. I progetti devono assicurarsi che la proprietà dei token sia realmente decentralizzata e distribuita in modo uniforme.

Ma anche se i token di governance sono distribuiti in modo equo e ampio, non c'è garanzia che le decisioni della maggioranza siano sempre le migliori. I sistemi elettorali uninominali (una persona - un voto) hanno una lunga storia e i loro risultati sono contrastanti. Ci sono stati casi in cui i titolari dei token di governance hanno votato a favore dei team fondatori e dei grandi investitori a scapito della comunità più ampia.

 

Qual è il futuro dei token di governance? 

Essendo questa, un'innovazione nata nell'ecosistema crypto, i token di governance potrebbero avere ampio utilizzo in diversi settori. Il movimento Web3 è un luogo in cui i token di governance possono aiutare a creare un Internet decentralizzato. Man mano che la DeFi e le DAO prendono piede, altri settori come il gioco d'azzardo potrebbero adottare questo modello di governance.

I token di governance continueranno ad evolversi per risolvere i problemi, man mano che questi emergono. Potrebbero nascere nuovi meccanismi per affrontare il problema delle balene o altri modi per migliorare il processo di voto. Potrebbero comparire nuovi metodi per delegare i voti. È probabile che questo ecosistema diventi sempre più complesso, pian piano che nascono nuove innovazioni. 

Un altro fattore importante che influisce sul futuro dei token di governance è rappresentato dai potenziali cambiamenti normativi. Alcuni governi potrebbero considerare questi token come dei titoli. Questa classificazione potrebbe assoggettarli a severe normative e a influire sul loro funzionamento. 


In chiusura

I token di governance sono ancora agli inizi. Hanno facilitato la crescita di molti progetti DeFi e DAO. Vista l'importanza del potere di voto per determinare la gestione dei progetti, questi token sono una pietra miliare nel mondo della decentralizzazione. 

Il principio "un token, un voto" pone al centro gli utenti e la comunità, a patto che i token siano distribuiti in modo relativamente equo tra i membri della comunità. I token di governance potrebbero continuare ad espandersi in futuro. Reti di proprietà degli utenti, progetti Web3 e giochi potrebbero adottare i token di governance per costruire ecosistemi decentralizzati più vivaci.