Cos'è la DeFi 2.0 e perché è importante?
Indice dei contenuti
Introduzione
Cos'è la DeFi 2.0?
Quali sono i limiti della DeFi?
Perché la DeFi 2.0 è importante?
Applicazioni della DeFi 2.0
Chi controlla la DeFi 2.0?
Quali sono i rischi della Defi 2.0 e come prevenirli?
In chiusura
Cos'è la DeFi 2.0 e perché è importante?
HomeArticoli
Cos'è la DeFi 2.0 e perché è importante?

Cos'è la DeFi 2.0 e perché è importante?

Intermedio
Pubblicato Dec 13, 2021Aggiornato Jan 14, 2022
8m

TL;DR

La DeFi 2.0 è un movimento formato da una serie di progetti che affrontano i problemi della DeFi 1.0. La DeFi mira a rendere la finanza disponibile a tutti, ma in passato è stata ostacolata da una serie di difficoltà legate alla scalabilità, sicurezza, centralizzazione, liquidità e accessibilità alle informazioni. La DeFi 2.0 vuole combattere tutto questo e rendere l'esperienza utente più semplice. Se ha successo, la DeFi 2.0 può aiutare a ridurre il rischio e le complicazioni che al momento scoraggiano gli utenti crypto ad utilizzarla.

Al momento abbiamo già una varietà di applicazioni della DeFi 2.0. in funzione. Alcune piattaforme consentono di impegnare i tuoi LP token e LP token da yield farming come collaterale per ottenere un prestito. Questo meccanismo ti permette di sbloccare un valore extra continuando però a guadagnare delle ricompense dalle pool.

Puoi anche contrarre prestiti auto-rimborsabili in cui il tuo collaterale genera interessi per il prestatore. Questo interesse paga il prestito senza che il mutuatario effettui pagamenti di interessi. Altre applicazioni includono delle assicurazioni per proteggersi da eventuali smart contract compromessi e dalla perdita impermanente (IL).

Una tendenza crescente nella DeFi 2.0 è la governance tramite DAO e la decentralizzazione. Tuttavia, i governi e le autorità di regolamentazione potrebbero influenzare come verranno gestiti questi progetti. Tieni a mente questo dettaglio quando investi, in quanto i servizi offerti potrebbero essere costretti a cambiare.


Introduzione

Sono passati quasi due anni dall'ascesa della DeFi (Finanza Decentralizzata) iniziata nel 2020. Da allora, abbiamo visto progetti DeFi di grande successo come UniSwap, una decentralizzazione del trading e della finanza e nuovi modi per guadagnare interessi nel mondo crypto. Ma proprio come abbiamo già sperimentato con Bitcoin (BTC), ci sono ancora vari problemi da risolvere all'interno di un ecosistema così nuovo. Per questo motivo, il termine DeFi 2.0 è diventato popolare proprio per descrivere una nuova generazione di applicazioni decentralizzate (DApp).

A dicembre 2021, siamo ancora agli inizi dell'ondata DeFi 2.0, ma possiamo già intravedere alcuni sviluppi. In questo articolo, scoprirai quali progetti seguire e perché la DeFi 2.0 è necessaria per risolvere i problemi ancora presenti nell'ecosistema DeFi.


Cos'è la DeFi 2.0?

La DeFi 2.0 è un movimento che cerca di innovare e risolvere i problemi emersi durante la prima ondata DeFi. La DeFi ha segnato un grande passo in avanti, fornendo servizi finanziari decentralizzati a chiunque disponga di un wallet crypto, ma presenta ancora dei punti deboli. L'ecosistema crypto ha già visto questo processo, con l'arrivo di blockchain di seconda generazione come Ethereum (ETH) che offrono di più rispetto a Bitcoin. La DeFi 2.0 dovrà inoltre far fronte alle nuove normative di regolamentazione introdotte dai governi come il KYC e l'AML.
Guardiamo un esempio. Le pool di liquidità (LP) si sono dimostrate estremamente efficaci nel mondo DeFi, poiché consentono ai fornitori di liquidità di guadagnare delle commissioni tramite lo staking di coppie di token. Tuttavia, se il rapporto di prezzo dei token cambia, i fornitori di liquidità rischiano di perdere denaro (perdita impermanente). Un protocollo DeFi 2.0 potrebbe fornire un'assicurazione contro questa problematica, dietro pagamento di una piccola commissione. Questa soluzione offre un maggiore incentivo ad investire in LP e offre vantaggi agli utenti, agli staker e allo spazio DeFi nel suo complesso.


Quali sono i limiti della DeFi?

Prima di approfondire le applicazioni della DeFi 2.0, esaminiamo i problemi che sta cercando di risolvere. Molti dei problemi sono simili a quelli che la tecnologia blockchain e le criptovalute in generale affrontano:

1. Scalabilità: i protocolli DeFi su blockchain con traffico e commissioni gas elevati forniscono spesso servizi lenti e costosi. Le attività più semplici possono richiedere molto tempo e diventare inefficienti in termini di costi.
2. Oracoli e informazioni di terze parti: i prodotti finanziari che dipendono da dettagli esterni necessitano di oracoli di qualità superiore (fonti dati di terze parti).
3. Centralizzazione: una maggiore decentralizzazione dovrebbe essere un obiettivo della DeFi. Tuttavia, molti progetti non hanno ancora implementato principi DAO nel proprio protocollo.
4. Sicurezza: la maggior parte degli utenti non gestisce né comprende i rischi presenti nella DeFi. Gli utenti mettono in staking milioni di dollari in smart contract senza sapere se questi siano completamente sicuri. Anche se vengono effettuati degli audit, questi tendono essere meno affidabili man mano che si apportano aggiornamenti.
5. Liquidità: i mercati e le pool di liquidità sono distribuiti su diverse blockchain e piattaforme, questo porta alla suddivisione della liquidità disponibile. Fornire liquidità porta anche al blocco di fondi e del loro valore totale. Nella maggior parte dei casi, i token messi in staking nelle pool di liquidità non possono essere utilizzati altrove, creando delle inefficienze di capitale.


Perché la DeFi 2.0 è importante?

Anche per gli HODLer e gli utenti esperti, la DeFi può essere scoraggiante e difficile da comprendere. Tuttavia, mira a ridurre le barriere di ingresso e creare nuove opportunità di guadagno. Gli utenti che non riescono a ottenere un prestito da una banca tradizionale potrebbero contrarlo nella DeFi.

La DeFi 2.0 è importante perché può democratizzare la finanza senza compromessi sul rischio. La DeFi 2.0 tenta anche di risolvere i problemi indicati nella sezione precedente, migliorando l'esperienza utente. Se riusciamo a sviluppare tutto questo e fornire incentivi migliori, tutti possono vincere.


Applicazioni della DeFi 2.0

Non dobbiamo aspettare per avere casi d'uso della DeFi 2.0. Esistono già progetti che forniscono nuovi servizi DeFi su molte reti, tra cui Ethereum, Binance Smart Chain, Solana e altre blockchain con funzionalità smart contract. Di seguito esamineremo alcune delle applicazioni più comuni:

Sbloccare il valore dei fondi in staking

Se hai mai messo in staking una coppia di token in una pool di liquidità, avrai ricevuto in cambio degli LP token. Nella DeFi 1.0, puoi mettere in staking gli LP token in una yield farm per aumentare i tuoi profitti. Prima della DeFi 2.0, questo era l'unico modo per ottenere un profitto maggiore. Milioni di dollari sono bloccati nei vault per fornire liquidità, ma è possibile migliorare ulteriormente l'efficienza del capitale.
La DeFi 2.0 fa un ulteriore passo avanti e utilizza questi LP token da yield farming come collaterale. Tale collaterale può essere utilizzato per chiedere un prestito crypto tramite un protocollo di lending o per emettere un token in un processo simile a quello adottato da MakerDAO (DAI). Il meccanismo esatto varia in base al progetto, ma l'idea è che i tuoi LP token possono avere il loro valore sbloccato per sfruttare nuove opportunità pur generando un APY.

Assicurazione sugli Smart contract

Effettuare una adeguata valutazione di uno smart contract è difficile, a meno che tu non sia uno sviluppatore esperto. Senza queste competenze, è possibile valutare solo parzialmente un progetto. Questo porta a una grande quantità di rischi, quando si investe nei progetti DeFi. Con la DeFi 2.0, è possibile ottenere una assicurazione DeFi su smart contract specifici.

Immagina di utilizzare un ottimizzatore di rendimento (yield optimizer) e di avere degli LP token in questo smart contract. Se lo smart contract viene compromesso, potresti perdere tutti i tuoi fondi depositati. Un progetto di assicurazioni può offrirti, in cambio di una commissione, una garanzia sul tuo deposito nella pool di yield farming. Tieni presente che questo varrà solo per uno specifico smart contract. In genere non riceverai un pagamento se il contratto della pool di liquidità viene compromesso. Tuttavia, se il contratto relativo allo yield farming viene compromesso ma è coperto dall'assicurazione, probabilmente riceverai un rimborso.

Assicurazione sulla perdita impermanente

Se investi in una pool di liquidità e inizi a fare mining di liquidità, qualsiasi cambiamento nel rapporto di prezzo tra i due token bloccati può portare a delle perdite finanziarie. Questo processo è noto come perdita impermanente (Impermanent Loss - IL), ma i nuovi protocolli DeFi 2.0 stanno sviluppando nuovi metodi per mitigare questo rischio.

Ad esempio, immagina di aggiungere un token in una pool LP singola, in cui non è necessario aggiungere una coppia di token. Il protocollo aggiunge quindi il proprio token nativo a rappresentare l'altro lato della coppia. Riceverai quindi le commissioni pagate dagli swap nella rispettiva coppia e lo stesso farà il protocollo.

Nel corso del tempo, il protocollo utilizza le proprie commissioni per creare un fondo assicurativo per proteggere il tuo deposito dagli effetti della perdita impermanente. Se non ci sono commissioni sufficienti per pagare le perdite, il protocollo può creare nuovi token per coprirle. Se c'è un eccesso di token, questi possono essere accumulati per essere usati in un secondo momento o vengono bruciati per ridurre l'offerta.

Prestiti auto-rimborsabili

In genere, ottenere un prestito comporta dei rischi di liquidazione e il pagamento di interessi. Ma nella DeFi 2.0, non è necessariamenti così. Ad esempio, immagina di contrarre un prestito del valore di 100$ da un prestatore crypto. Il prestatore ti dà 100$ in crypto, ma ne richiede 50$ come collaterale. Una volta effettuato il deposito, il prestatore usa i fondi per guadagnare interessi così da rimborsare il tuo prestito. Quando il prestatore avrà guadagnato 100$ con i fondi da te depositati più un extra come premio, il tuo deposito verrà restituito. In questo processo non è presente il rischio di liquidazione. Se il token collateralizzato si perde valore, ci vorrà solo più tempo per rimborsare il prestito.


Chi controlla la DeFi 2.0?

Con tutte queste funzioni e applicazioni, vale la pena chiedersi, chi controlla tutto questo? Beh, la tecnologia blockchain è sempre stata legata a un trend verso la decentralizzazione. La DeFi non è da meno. Uno dei primi progetti della DeFi 1.0, MakerDAO (DAI), ha stabilito uno standard per il movimento. Ora, è sempre più comune per i progetti coinvolgere la comunità nelle decisioni. 

I token di molte piattaforme funzionano anche come governance token e conferiscono ai titolari diritti di voto. È ragionevole aspettarsi che la DeFi 2.0 porti una maggiore decentralizzazione dell'ecosistema. Tuttavia, il ruolo delle regolamentazioni e delle normative sta diventando sempre più importante man mano che si mettono al passo con la DeFi.


Quali sono i rischi della Defi 2.0 e come prevenirli?

La DeFi 2.0 condivide molti degli stessi rischi associati alla DeFi 1.0. Ecco alcuni dei principali e cosa puoi fare per proteggerti.

1. Gli smart contract con cui interagisci potrebbero avere delle backdoor, delle debolezze o venire hackerati. Un audit non è mai una garanzia della sicurezza di un progetto. Fai quante più ricerche possibili su un progetto e tieni conto che investire comporta sempre dei rischi.
2. La regolamentazione potrebbe influire sui tuoi investimenti.  I governi e le autorità di regolamentazione di tutto il mondo si stanno interessando all'ecosistema DeFi. Anche se la regolamentazione e le leggi possono portare sicurezza e stabilità nel mondo delle criptovalute, alcuni progetti potrebbero essere costretti a modificare i propri servizi per conformarsi a nuove norme.
3. Perdita impermanente.  Anche con l'assicurazione contro l'IL, permangono ancora dei grossi rischi per chiunque voglia partecipare al liquidity mining. Il rischio non può mai essere eliminato completamente.
4. Potresti trovare difficile accedere ai tuoi fondi. Se stai facendo staking usando l'interfaccia utente del sito web di un progetto DeFi, potrebbe essere una buona idea individuare tale smart contract anche su un blockchain explorer. Altrimenti, non sarai in grado di prelevare se il sito web finisce offline. Tuttavia, avrai bisogno di alcune competenze tecniche per interagire direttamente con lo smart contract.


In chiusura

Sebbene abbiamo già visto molti progetti di successo nell'ecosistema DeFi, dobbiamo ancora raggiungere il pieno potenziale della DeFi 2.0. L'argomento risulta ancora complicato per la maggior parte degli utenti e nessuno dovrebbe utilizzare dei prodotti finanziari che non comprendecompletamente. C'è ancora molto lavoro da fare nella creazione di un processo semplificato, soprattutto per i nuovi utenti. Abbiamo visto il successo relativo a nuovi modi per ridurre il rischio e guadagnare un APY maggiore, ma dovremo aspettare e vedere se la DeFi 2.0 manterrà pienamente le sue promesse.


Disclaimer: Questo articolo ha uno scopo puramente educativo. Binance non ha alcun rapporto e non vi è alcun supporto per questi progetti. Le informazioni fornite tramite Binance non costituiscono una consulenza o una raccomandazione in materia di investimenti o trading. Binance non si assume alcuna responsabilità per le tue decisioni d'investimento. Si prega di rivolgersi a un consulente professionale prima di correre dei rischi finanziari.