Cos'è la Prova delle Riserve e come funziona su Binance
Indice dei contenuti
Introduzione
Cos'è la Prova delle Riserve (PoR)?
A che cosa serve la verifica PoR?
PoR: limiti e potenziali miglioramenti
Verifica che il tuo conto sia stato sottoposto ad audit
In chiusura
Letture consigliate
Cos'è la Prova delle Riserve e come funziona su Binance
Home
Articoli
Cos'è la Prova delle Riserve e come funziona su Binance

Cos'è la Prova delle Riserve e come funziona su Binance

Intermedio
Pubblicato Nov 30, 2022Aggiornato Jan 4, 2023
5m

TL;DR

I gestori di fondi crypto utilizzano la Prova delle Riserve (PoR) per dimostrare che i fondi degli utenti sono custoditi al 100%. Binance conduce e pubblica audit interni, che vengono poi verificati da revisori terzi utilizzando tecniche crittografiche per dimostrare che i fondi degli utenti sono custoditi in modo sicuro nelle riserve della società. Gli utenti di Binance possono anche verificare autonomamente che i saldi dei loro conti siano inclusi in questi audit.

Introduzione

Le prove crittografiche possibili grazie alla tecnologia blockchain facilitano la trasparenza delle transazioni finanziarie degli exchange crypto. La Prova delle Riserve (PoR) aumenta ulteriormente questa trasparenza creando un quadro autorizzato per la verifica dei depositari di fondi crypto.

Tuttavia, pur essendo un passo avanti, la PoR necessita ancora di miglioramenti per rendere l'ecosistema più trasparente e affidabile.

Cos'è la Prova delle Riserve (PoR)?

Un audit PoR mira a garantire che i depositari detengano interamente i fondi dei loro clienti. Le attività di custodia nel mondo delle criptovalute utilizzano gli audit PoR per dimostrare ai depositanti e al pubblico che i loro depositi corrispondono ai loro saldi. Questi audit sono condotti da terze parti indipendenti per eliminare la possibilità di falsificazione dei dati delle riserve.

La PoR è essenziale per diversi motivi. In primo luogo, consente agli utenti di verificare che i saldi che detengono su un exchange crypto, ad esempio, abbiano una copertura totale. In secondo luogo, spinge le aziende a rispettare gli standard di trasparenza, rendendo difficile per loro intraprendere attività finanziarie discutibili o illegali. 

Idealmente, la PoR dovrebbe essere vantaggiosa sia per gli utenti che per le aziende. Protegge gli utenti riducendo al minimo i rischi per la sicurezza e li salvaguarda dagli attori malintenzionati. Allo stesso tempo, aiuta le aziende a fidelizzare gli utenti aumentando la propria affidabilità.

La possibilità di effettuare un audit degli exchange di criptovalute crea un ecosistema più trasparente. Ad esempio, la PoR impedisce agli exchange di agire come banche che prestano a terzi i beni depositati.

Allo stesso modo, gli exchange non possono utilizzare i depositi per investire in altri protocolli o aziende. In altre parole, la PoR elimina il rischio che le società massimizzino il rendimento e altri possibili ritorni utilizzando gli asset dei clienti. 

Con la PoR, qualsiasi entità può dimostrare che un exchange di criptovalute detiene la totalità dei depositi dei suoi utenti. Pertanto, gli exchange sono naturalmente incoraggiati a non gestire male questi bilanci, in quanto ciò farebbe venir meno la fiducia degli utenti nei loro confronti e comprometterebbe la loro continuità.

A che cosa serve la verifica PoR?

Tramite la verifica PoR, il revisore verifica l'inclusione del saldo di ciascun conto utilizzando la crittografia. Il funzionamento è caratterizzato da alcuni passaggi chiave.

In primo luogo, il revisore esegue un'istantanea di tutti i saldi dei conti. Quindi converte i dati del fondo in un Merkle tree, utilizzato per strutturare grandi quantità di dati così da avere un'elaborazione più semplice. 

I dati del bilancio dell'utente vengono hashati (sottoposti ad hashing) così da creare una "foglia". Un gruppo di queste "foglie" viene poi sottoposto ad hashing per formare un "ramo" e un gruppo di "rami" viene sottoposto ad hashing per formare la "radice" (root).

Dopo, il revisore può utilizzare vari metodi per verificare la proprietà dell'indirizzo utente. Su Binance, ad esempio, un revisore ha tre modi per identificare la proprietà. Quando il processo di estrazione di queste informazioni viene eseguito dall'exchange, viene verificato anche dai revisori.

  • Firma di messaggi crittografici: Un revisore fornirà a un exchange un messaggio unico da firmare crittograficamente utilizzando le chiavi private associate. 

  • Movimento strutturato dei fondi: L'exchange è incaricato di effettuare un "movimento strutturato dei fondi", dove la gestione trasferirà un importo preciso da una chiave pubblica/indirizzo in un momento specifico e si otterrà l'hash della transazione per verificarla sulla rispettiva blockchain.

  • Ricerca degli indirizzi su un blockchain explorer: Il revisore può anche cercare gli indirizzi ETH e BSC (nel caso di Binance) rispettivamente su Etherscan e BscScan, per assicurarsi che gli indirizzi siano stati etichettati come appartenenti all'exchange.

Se i saldi corrispondono a quelli ottenuti tramite questi controlli, l'exchange ha verificato la PoR e ha dimostrato di detenere tutti gli asset depositati nella loro totalità.

PoR: limiti e potenziali miglioramenti

I saldi di un exchange crypto cambiano man mano che gli utenti spostano i loro asset in entrata e in uscita. Il problema della PoR è che verifica la correttezza dei saldi di riserva solo nel momento specifico dell'audit. Questo può essere problematico perché eventuali problemi potrebbero apparire troppo tardi e un gestore di fondi potrebbe addirittura sfruttare questa opportunità per oscurare i fatti. 

È inoltre importante notare che gli audit sono condotti da aziende terze, il che significa che i risultati degli audit possono dipendere dalla competenza di ciascun revisore o dall'influenza di interessi esterni.

Ma come può un exchange crypto migliorare i suoi audit PoR per costruire e mantenere la fiducia degli utenti? Può iniziare accorciando gli intervalli tra gli audit per garantire che non vi siano attività finanziarie sospette tra un ciclo e l'altro. Un exchange potrebbe anche utilizzare un'azienda terza rispettabile che non abbia interessi finanziari inerenti o nei suoi organismi collegati.

Gli exchange di criptovalute utilizzano la PoR per offrire una maggiore trasparenza, essenziale durante le turbolenze finanziarie. Questo metodo utilizza la matematica e la crittografia, invece di limitarsi alla fiducia e alla comunicazione come fa il sistema bancario tradizionale, la tecnologia blockchain può offrire un modo ancora migliore per controllare il mercato finanziario.

Verifica che il tuo conto sia stato sottoposto ad audit

Puoi anche verificare personalmente l'inclusione del tuo conto Binance nell'ultimo controllo PoR. Segui le istruzioni riportate di seguito.

  1. Accedi al tuo conto Binance e vai alla voce "Wallet." Quindi, seleziona la scheda "Audit".

  1. Vedrai tutti gli audit recenti in cui il saldo del tuo conto è stato verificato dal processo PoR.

  1. Seleziona un audit specifico per il quale desideri maggiori informazioni. In questa sezione, puoi anche scaricare il Merkle tree.

In chiusura

È possibile accedere a un audit PoR per verificare se un gestore di criptovalute detiene l'intera riserva dei tuoi fondi e di quelli degli altri utenti. Gli audit dovrebbero dissuadere gli exchange crypto dal gestire male i fondi degli utenti e contribuire a migliorare la trasparenza nello spazio delle criptovalute.

La PoR è il primo passo per riconquistare e mantenere la fiducia degli utenti crypto. Inoltre, stabilisce maggiori requisiti per gli exchange, che si spera facciano dei fondi degli utenti una priorità e rendano il settore più sicuro e trasparente per tutti. 

Letture consigliate