Come fare mining di criptovalute?
Indice dei contenuti
Introduzione
Cos'è il mining di criptovalute?
Tipi di crypto mining
Come minare una crypto?
Il mining di criptovalute è conveniente?
In chiusura
Come fare mining di criptovalute?
Home
Articoli
Come fare mining di criptovalute?

Come fare mining di criptovalute?

Intermedio
Pubblicato Oct 13, 2022Aggiornato Nov 24, 2022
11m


TL;DR

Bitcoin e molte altre reti blockchain utilizzano l'algoritmo di consenso Proof of Work (PoW) per il mining di criptovalute. Ci sono molti modi possibili per minare le criptovalute; si può fare da soli o insieme ad altri. Si possono usare computer speciali per il mining o anche dispositivi già presenti in casa, come il proprio computer personale. Anche se chiunque può diventare un miner, non tutti riescono a trarne profitto. Prima di iniziare, il mining richiede studio, scelta dei dispositivi e dei programmi corretti e un po' di pratica.

Introduzione

Prima di iniziare l'attività di mining di criptovalute, si dovrebbe iniziare con un po' di ricerca. Questo perché i diversi protocolli possono richiedere hardware e software unici. Se da un lato l'attività di mining attira diverse persone nell'ecosistema crypto per le sue possibili alte ricompense, dall'altro consente loro di prendere parte ad un ruolo fondamentale nel rendere possibili le blockchain decentralizzate.

Il mining di criptovalute è un argomento molto tecnico ed esistono più modalità per prenderne parte. Questo articolo cercherà di arrivare dritto al punto e darà un'idea più pratica dell'argomento.

Cos'è il mining di criptovalute?

Le reti blockchain utilizzano il mining per creare e convalidare nuovi blocchi di transazioni e proteggere la rete. Nel processo, i cosiddetti miner utilizzano quantità significative di risorse computazionali per creare nuove unità di criptovalute, incrementando la loro attuale offerta in circolazione.

Bitcoin, Litecoin (LTC) e molte altre reti blockchain utilizzano l'algoritmo di consenso Proof of Work (PoW) per il mining di criptovalute. La PoW determina il modo in cui una rete blockchain raggiunge il consenso tra tutti i partecipanti distribuiti senza intermediari di terze parti. Inoltre, risolve il problema del double-spend, impedendo ai partecipanti alla rete di utilizzare gli stessi fondi più di una volta.

La PoW garantisce una buona partecipazione alla rete grazie a come è stata progettata. I miner competono risolvendo complessi enigmi crittografici con l'hardware di mining per aggiudicarsi il diritto di minare il blocco successivo. Il primo miner che trova una soluzione valida e conferma il blocco di transazioni riceve una ricompensa. Pertanto, il processo richiede uno sforzo ed è costoso, ma offre un compenso per il lavoro svolto.

Il mining PoW rende inoltre una rete blockchain più decentralizzata. Una blockchain può funzionare come un ledger decentralizzato perché innumerevoli computer distribuiti (nodi) in tutto il mondo la mantengono. Pertanto, invece di avere un unico database, questi computer interconnessi mantengono una copia dei dati della blockchain e comunicano tra loro per garantire continuamente lo stato corretto della blockchain.

Tuttavia, è anche possibile interrompere una blockchain con un cosiddetto 51% attack. Sebbene sia molto improbabile, soprattutto per le reti blockchain più grandi, una singola entità o organizzazione potrebbe, in teoria, appropriarsi del 50% della potenza di calcolo della rete. Questa quantità di potenza di mining permetterebbe all'attaccante di escludere o alterare intenzionalmente l'ordine delle transazioni, consentendogli anche di annullare le proprie transazioni.

Un altro potenziale problema relativo al mining di criptovalute riguarda la sua sostenibilità e le spese. Il mining di criptovalute richiede investimenti significativi, non solo in hardware ma anche in energia. Di conseguenza, molti miner, soprattutto quelli che minano bitcoin (BTC), consumano enormi quantità di elettricità. Inoltre, se un miner non ha accesso a diversi mining rig e all'elettricità a basso costo, è improbabile che il mining si trasformi in un’attività profittevole.

Tipi di crypto mining

I miner ricevono una ricompensa di blocco quando convalidano un blocco con successo. Maggiore è la potenza di calcolo che i miner apportano alla rete, maggiori sono le loro possibilità di convalidare il blocco successivo. Tuttavia, man mano che un maggior numero di miner si unisce al gioco, la convalida dei blocchi inizia a richiedere una maggiore potenza di calcolo. Il mining può quindi diventare troppo costoso per i singoli miner.

Non esiste un solo modo per minare una criptovaluta. Esaminiamo quindi singolarmente i principali metodi, in modo da poter scegliere quello giusto, indipendentemente dal fatto che si intenda effettuare il mining come singoli o insieme ad altri.

ASIC mining

Gli Application-Specific Integrated Circuit (ASIC) sono computer progettati per un unico scopo. Gli ASIC mining rig sono interamente dedicati al mining di criptovalute.

Tieni presente che i nuovi modelli di ASIC possono rapidamente rendere non redditizi quelli più vecchi. Inoltre, le cosiddette criptovalute resistenti agli ASIC non possono essere minate con gli ASIC miner.

GPU mining

A differenza degli ASIC, le unità di elaborazione grafica (GPU) possono servire a più di uno scopo. Tradizionalmente, il loro compito in un computer è quello di elaborare la grafica e di riprodurla su uno schermo. Il mining tramite GPU offre una modalità di accesso al mining di criptovalute a un costo minore, perché gli utenti possono farlo con hardware accessibile e più disponibile, come i normali computer portatili. Anche se è possibile minare alcune altcoin con le GPU, la loro efficienza dipende dalla difficoltà di mining e dall'algoritmo.

CPU mining

L'unità centrale di elaborazione (CPU) è il componente principale che fa funzionare i computer. Il CPU mining consente di utilizzare l'energia inattiva del computer per minare le criptovalute. Anche bitcoin è stato minato all'inizio utilizzando una CPU, ma oggi le CPU non sono il modo più efficiente per il mining di criptovalute visti i loro limiti di potenza.

Mining pool

Le Mining pool si riferiscono a un gruppo di miner che uniscono le forze per combinare la loro potenza di calcolo (nota anche come potenza di hashing o hash rate). Visto l'aumento della probabilità di trovare nuovi blocchi, possono guadagnare di più lavorando collettivamente e condividere le ricompense. Molti miner si uniscono all'interno di mining pool per ottenere un risultato più costante e prevedibile.

Mining in solitaria

Il mining in solitaria è l'opposto delle mining pool perché non richiede altri partecipanti. Nel mining in solitaria, un miner esegue il processo di mining da solo. Tuttavia, soprattutto con le principali criptovalute, è più difficile per i miner avere successo per via della crescente concorrenza dell'enorme potenza di elaborazione combinata delle mining pool.

Cloud mining

Nel cloud mining, il lavoro di calcolo viene esternalizzato a una cloud mining farm. Di solito si paga affinchè qualcun altro effettui il mining per conto tuo. Pertanto, questo sistema può rendere il processo di mining più facile da avviare perché non richiede hardware specializzato per il mining di criptovalute. Inoltre, i miner affittano la potenza di calcolo da un'azienda che può essere situata in qualsiasi parte del mondo, il che significa che non ci sono bollette elettriche o problemi di stoccaggio. Tuttavia, questa opzione può essere rischiosa, in quanto non vi è alcuna garanzia di ricevere i frutti del proprio investimento. Molti di questi servizi si sono addirittura rivelati delle truffe.

Come minare una crypto?

Il mining ha il potenziale per diventare una fonte di reddito passivo. Puoi seguire questa guida passo passo per iniziare a fare mining da solo. Tuttavia, tieni presente che esistono diversi approcci e tecniche di mining. Pertanto, questi passaggi potrebbero non essere efficaci per alcuni metodi di mining, mentre altri potrebbero richiedere misure aggiuntive.

Si noti inoltre che il mining non è sempre un'impresa facile o redditizia, poiché può essere in balia delle fluttuazioni dei prezzi delle criptovalute e dei costi energetici. Richiede la configurazione corretta dei dispositivi di mining e alcune spese per mantenere il tutto in funzione, oltre all'investimento iniziale. 

1. Scegli la tua criptovaluta

Le criptovalute si differenziano per la loro difficoltà di mining. La difficoltà si riferisce allo sforzo richiesto dalla rete per minare un blocco. Più miner si uniscono alla rete, più aumenta la concorrenza, con conseguente aumento della difficoltà di hashing. D'altro canto, quando i miner lasciano la rete, la difficoltà di hashing diminuisce, rendendo meno difficile il mining di un nuovo blocco.

Le criptovalute più importanti hanno condizioni incredibilmente difficili da soddisfare e, pertanto, è più difficile per i singoli miner ottenere un guadagno. Per questo motivo, i miner di bitcoin utilizzano potenti ASIC e mining pool per aumentare le possibilità di essere ricompensati.

È comune minare criptovalute Proof of Work (PoW) diverse da bitcoin, come Dogecoin ed Ethereum Classic. Le reti delle altcoin potrebbero non essere così congestionate e offrire migliori possibilità ai miner più piccoli. Le altcoin potrebbero anche offrire un potenziale di crescita più elevato grazie al loro potenziale non sfruttato. Inoltre, i miner possono utilizzare opzioni di mining meno dispendiose dal punto di vista energetico, poiché non richiedono molta potenza di calcolo.

Tuttavia, bisogna considerare che il mining di altcoin può essere più volatile. Oppure, nel peggiore dei casi, il protocollo può essere violato o abbandonato e i token potrebbero diventare privi di valore. Inoltre, potrebbe essere necessario rinnovare gli impianti di mining e spendere più denaro di quanto inizialmente previsto a causa della crescente popolarità di specifiche criptovalute. Ad esempio, all'inizio i mining rig potevano usare solo i loro computer portatili per minare bitcoin, ma ora non è più così.

2. Scegliere l'attrezzatura per il mining

Il mining di criptovalute è tipo una competizione. Nella competizione di mining, i miner beneficiano di un hardware di mining potente perché la loro probabilità di minare il blocco successivo aumenta. Come già detto, gli ASIC sono progettati per servire un singolo scopo specifico, il che li rende spesso l'opzione migliore per il mining di criptovalute. Tuttavia, anche le GPU sono ancora valide per alcune reti, ma la loro efficienza dipende dalla difficoltà di mining e dall'algoritmo della criptovaluta.

Ci sono anche alcune criptovalute che richiedono impianti di mining progettati appositamente per loro. Ad esempio, il miner di criptovalute di Helium utilizza la tecnologia radio: il dispositivo viene installato in un luogo con una visuale libera per fornire una copertura di rete wireless. Pertanto, accertati sempre del tipo di hardware necessario per la criptovaluta che intendi minare.

3. Configura un crypto wallet

Avrai anche bisogno di un crypto wallet per memorizzare le chiavi delle criptovalute guadagnate con l'attività di mining. Una volta guadagnato qualcosa dal processo di mining, il software di mining trasferirà le ricompense all'indirizzo del crypto wallet specificato dall'utente. Ad esempio, è possibile utilizzare Trust Wallet per conservare in modo sicuro le proprie criptovalute e connettersi a migliaia di progetti attraverso le blockchain. 

4. Configura il dispositivo di mining

Il mining di criptovalute richiede il download di un software di mining specializzato. Il modo migliore per accedere al software è dal sito web della criptovaluta che si intende minare. In questo modo, puoi assicurarti di avere il software giusto per una specifica criptovaluta ed evitare di scaricare programmi falsi.

La maggior parte dei software di mining possono essere scaricati e utilizzati gratuitamente. Inoltre, alcune criptovalute hanno più software tra cui scegliere e spesso sono disponibili per diversi sistemi operativi. È sempre bene fare una ricerca personale (DYOR) prima di scegliere il software di mining per comprenderne le differenze.

Un'altra parte utile del settaggio del dispositivo di mining è la creazione di una strategia per monitorare i costi dell'elettricità. Si può iniziare controllando le precedenti bollette dell'elettricità e valutando quanto costerà l'attività di mining. Purtroppo il consumo di energia di un impianto di mining potrebbe farti spendere più soldi per l'elettricità rispetto al valore guadagnato con il mining.

Inoltre, ricorda che gli impianti di mining fanno rumore e si riscaldano. Pertanto, si consiglia di posizionarli in un luogo sicuro dove siano adeguatamente raffreddati e di avvisare i vicini del possibile ronzio aggiuntivo.

5. Considera la possibilità di unirti a una mining pool

Le mining pool possono aiutarti, se sei un miner singolo, in termini di costi relativi all'hardware e all'elettricità. Poiché la ricompensa del blocco viene concessa al primo miner che ha successo, è molto improbabile che sia tu a indovinare l'hash corretto. Ad esempio, anche se si utilizzassero diversi ASIC molto performanti, si tratterebbe comunque di una parte microscopica della potenza di hashing totale di Bitcoin.

Le mining pool raccolgono una maggiore quantità di potenza di mining, aumentando così la possibilità di scoprire il blocco successivo. In altre parole, se si combina la propria potenza di hashing con una mining pool, si può guadagnare di più rispetto a minare da soli.

Le mining pool hanno in genere un coordinatore che organizza i miner in modo che abbiano meno probabilità di commettere errori. Ad esempio, i coordinatori devono assicurarsi che i miner utilizzino valori nonce diversi per evitare di sprecare potenza di hash. Spesso, i coordinatori sono anche responsabili della suddivisione delle ricompense di mining a ciascun membro della pool.

Il mining di criptovalute è conveniente?

Il mining è una delle possibilità che si possono prendere in considerazione quando si cerca di produrre flussi di reddito passivo. Può diventare un'attività a basso impegno una volta che la configurazione di mining funziona correttamente ed è connessa alla rete.

Ma, naturalmente, non sarà completamente passiva, poiché richiederà una certa gestione, come la manutenzione dell'hardware, gli aggiornamenti del software, il pagamento delle bollette dell'elettricità, ecc.

Tuttavia, anche se il mining può essere passivo, non è necessariamente redditizio. Ad esempio, la volatilità delle criptovalute sottostanti può portare a guadagni complessivi inferiori rispetto ai costi di elettricità sostenuti dal miner.

La redditività di un'operazione di mining dipende dalle sue dimensioni e dalla sua ubicazione. Ad esempio, le più grandi crypto mining farm sono strategicamente situate nei Paesi dove i costi dell'elettricità sono più bassi. Inoltre, in alcuni luoghi i prezzi dell'elettricità sono volatili e possono interferire con l'attività di mining.

Dedicarsi all'attività di mining richiede probabilmente un certo periodo di tempo, prima di vedere profitto, visto l'investimento iniziale legato all'hardware di mining. Quindi, la prima fase del periodo di mining potrebbe essere destinato a ripagarne i costi. Inoltre, come abbiamo appreso in precedenza, l'hardware può diventare vecchio e inefficiente, il che può comportare ulteriori spese. Pertanto, il mining di criptovalute potrebbe richiedere ulteriori investimenti in hardware dopo l'investimento iniziale.

Alcune persone scelgono di minare le criptovalute solo per sostenere la decentralizzazione e la sicurezza delle blockchain. A volte, anche senza alcun obiettivo di profitto.

In chiusura

L'attività di mining è essenziale per le blockchain in quanto aiuta a proteggere la rete creando e convalidando nuovi blocchi di transazioni. Sebbene basti poco ad avviare un'attività di mining di criptovalute, è essenziale considerare i costi e i rischi. 

L'attività di mining richiede anche un certo grado di conoscenza tecnica, soprattutto per quanto riguarda l'acquisto e la configurazione dell'attrezzatura di mining. È importante fare le proprie ricerche e comprendere le specifiche della crypto che si desidera minare. È inoltre necessario creare un crypto wallet per ricevere le potenziali ricompense del mining.

Tuttavia, ricorda che l'ecosistema delle criptovalute cambia rapidamente, quindi tieni d'occhio gli sviluppi e gli aggiornamenti del progetto perché possono cambiare il modo in cui avviene il mining.