Cos'è un Wrapped Token?
Indice
Introduzione
Cos'è un wrapped token?
Come funzionano i wrapped token?
Wrapped token su Ethereum
Wrapped token su Binance Smart Chain (BSC)
Vantaggi dei wrapped token
Limiti nell'utilizzo dei wrapped token
In chiusura
Cos'è un Wrapped Token?
HomeArticoli
Cos'è un Wrapped Token?

Cos'è un Wrapped Token?

Intermedio
Published Jan 20, 2021Updated Oct 14, 2021
5m

TL;DR

Un wrapped token (o token wrappato) è un token crypto ancorato al valore di un altro asset. Si chiama wrapped token perché l'asset originale viene messo in un wrapper, ovvero una sorta di cassaforte digitale, che consente di crearne una versione wrapped su un'altra blockchain.

A cosa serve? Beh, diverse blockchain offrono funzionalità differenti. E di solito non possono dialogare l'una con l'altra. In pratica, la blockchain di Bitcoin non sa cosa stia succedendo, ad esempio, sulla blockchain di Ethereum. Tuttavia, utilizzando i wrapped token, si possono creare ponti tra le diverse blockchain.


Introduzione

Hai mai trovato frustrante non poter utilizzare BTC su Ethereum? Oppure ETH su Binance Smart Chain? Le monete esistenti su una determinata blockchain non possono essere trasferite semplicemente su un'altra rete.

I wrapped token sono un modo per aggirare questa limitazione e utilizzare asset non-nativi su un'altra blockchain.


Cos'è un wrapped token?

Un wrapped token è la versione tokenizzata di un'altra criptovaluta. È ancorato al valore dell'asset che rappresenta e in genere può essere riscattato per quest'ultimo (unwrapped) in qualsiasi momento. Inoltre, rappresenta di solito un asset che non è nato nativamente sulla blockchain su cui è stato emesso.

Potresti pensare a un wrapped token un po' come ad una stablecoin in quanto aggancia il suo valore a quello di un'altro asset. Nel caso di una stablecoin, questo valore di solito è una valuta fiat. Nel caso di un token wrappato, si tratta di solito di un asset che nasce nativamente su un'altra blockchain.
Poiché le varie blockchain sono sistemi distinti, non esiste un buon modo per spostare le informazioni tra loro. I wrapped token aumentano l'interoperabilità tra le diverse blockchain: i token sottostanti possono, in sostanza, essere cross-chain.
Vale la pena notare che se sei un utente comune, non devi preoccuparti del processo di wrapping e unwrapping; puoi semplicemente scambiare questi wrapped token come qualsiasi altra criptovaluta. Ad esempio, questa WBTC/BTC è la coppia di mercato su Binance.


Come funzionano i wrapped token?

Utilizziamo come esempio Wrapped Bitcoin (WBTC), una versione tokenizzata di Bitcoin su Ethereum. WBTC è un token ERC-20 che dovrebbe mantenere un rapporto 1:1 con il valore di Bitcoin, consentendoti di utilizzare efficacemente BTC sulla rete Ethereum.
In genere, i wrapped token richiedono la custodia da parte di qualcuno, di solito di un'entità, che detiene un importo equivalente dell'asset come importo wrappato. Questo custode può essere un commerciante, un wallet multisig, una DAO o persino uno smart contract. Quindi, nel caso di WBTC, tale entità deve detenere 1 BTC per ogni 1 WBTC creato (minted). La prova che dimostra queste riserve esiste on-chain. 
Ma come funziona il processo di wrapping? Un esercente (merchant) manda una quantità in BTC al custode (custodian) per il processo di coniazione del token wrappato. Il custode quindi crea WBTC su Ethereum in base all'importo BTC inviato. Quando WBTC deve essere scambiato nuovamente per BTC, il commerciante invia una richiesta di burn al custode e il valore BTC viene svincolato dalle riserve. Puoi pensare al custodian come al wrapper e all'unwrapper. Nel caso di WBTC, l'aggiunta e la rimozione di custodian e merchant viene eseguita da una DAO.
Mentre alcuni nella comunità crypto potrebbero definire Tether (USDT) come un wrapped token, questo non è esattamente il caso. Mentre USDT generalmente viene scambiato con un rapporto 1:1 con USD, Tether non detiene, nelle proprie riserve, un importo esatto di USD fisici per ogni USDT circolante. In realtà, questa riserva è costituita da contanti e altre entità che equivalgono al denaro contante, con l'aggiunta di asset e crediti derivanti da prestiti. Tuttavia, l'idea è molto simile. Ogni token USDT funziona come una versione wrapped di un dollaro fiat.


Wrapped token su Ethereum

I wrapped token su Ethereum sono token provenienti da altre blockchain creati per essere conformi allo standard ERC-20. Ciò significa che puoi utilizzare su Ethereum, asset che non sono nativi di Ethereum. Come ci si aspetterebbe, il wrapping e l'unwrapping di tali token, ha su Ethereum un costo in termini di gas.

Le implementazioni di questi token possono essere molto diverse. Ne abbiamo parlato in maggior dettaglio nel nostro articolo su Bitcoin tokenizzato su Ethereum
Un esempio interessante di wrapped token su Ethereum è wrapped ether (WETH). Un riepilogo rapido: ETH (ether) è necessario per pagare le transazioni sulla rete Ethereum, mentre ERC-20 è uno standard tecnico per l'emissione di token su Ethereum. Ad esempio, Basic Attention Token (BAT) e OmiseGO (OMG) sono token ERC-20.
Tuttavia, poiché ETH è stato sviluppato prima della nascita dell'ERC-20, ETH non è conforme a tale standard. Questo crea un problema, poiché molte DApp richiedono la conversione tra token ERC-20. Questo è il motivo per cui è stato creato wrapped ether (WETH). È una versione wrappata di ether conforme allo standard ERC-20. In pratica è una versione tokenizzata di ether su Ethereum!


Wrapped token su Binance Smart Chain (BSC)

Proprio come i wrapped token su Ethereum, puoi wrappare Bitcoin e molte altre criptovalute per utilizzarle su Binance Smart Chain (BSC).


Il Binance Bridge ti consente di wrappare i tuoi cryto asset (BTC, ETH, XRP, USDT, BCH, DOT e molti altri) per usarli su Binance Smart Chain sotto forma di token BEP-20. Dopo aver portato tali asset su BSC, puoi scambiarli o utilizzarli in varie applicazioni di yield farming.
Il wrapping e l'unwrapping ha un costo in gas; tuttavia, per quanto riguarda BSC, puoi aspettarti costi gas notevolmente inferiori rispetto ad altre blockchain. Per ulteriori informazioni riguardo Binance Bridge, consulta il nostro articolo dettagliato.


Vantaggi dei wrapped token

Anche se molte blockchain hanno i propri standard per i loro token (ERC-20 per Ethereum o BEP-20 per BSC), questi standard non possono essere utilizzati tra le varie catene. I wrapped token consentono di utilizzare token non-nativi su una determinata blockchain.

Inoltre, i wrapped token possono aumentare la liquidità e l'efficienza del capitale sia per gli exchange centralizzati che decentralizzati. La possibilità di wrappare degli asset inattivi e utilizzarli su un'altra catena può creare una maggiore connessione con una liquidità che altrimenti sarebbe rimasta isolata.

Infine, un grande vantaggio è rappresentato dai tempi e dalle commissioni delle transazioni. Sebbene Bitcoin abbia alcune proprietà fantastiche, non è esattamente il più veloce e talvolta può essere costoso da utilizzare. Anche se questo può andar bene, a volte causa qualche mal di testa. Questi problemi possono essere mitigati utilizzando un wrapped token su una blockchain con tempi di transazione più rapidi e commissioni inferiori.



Limiti nell'utilizzo dei wrapped token

La maggior parte delle attuali implementazioni riguardo i wrapped token, richiede la fiducia nei confronti dell'entità che custodisce i fondi. Per quanto riguarda la tecnologia attualmente disponibile, i token wrappati non possono essere utilizzati per vere transazioni tra più catene (cross-chain): di solito devono passare attraverso un custodian. 

Tuttavia, diversi progetti stanno lavorando a opzioni decentralizzate, che potrebbero essere disponibili in futuro per la creazione e il riscatto di wrapped token in modo completamente trustless.

Un altro limite è relativo al processo di creazione dei wrapped token, che può anche essere relativamente costoso per via delle elevate commissioni gas e inoltre si può incorrere nello slippage.


In chiusura

I wrapped token aiutano a creare ponti e maggiori connessioni tra le diverse blockchain. Un token wrappato è una forma tokenizzata di una asset che nasce in modo nativo su un'altra blockchain.

Il processo di wrapping aiuta a sviluppare l'interoperabilità nel mondo crypto e nell'ecosistema DeFi (Decentralized Finance). I wrapped token aprono le porte di un mondo, in cui il capitale diventa più efficiente e le applicazioni possono facilmente condividere la liquidità tra loro.